Momenti di paura nella metropolitana di Roma linea B, dove un giovane passeggero ha spruzzato spray urticante all'interno di un vagone all'altezza della stazione San Paolo. L'episodio è accaduto nella serata di lunedì scorso, intorno alle 19.30, orario di rientro dal lavoro. Secondo quanto riporta Il Messaggero, si tratterebbe di un ragazzo di vent'anni, che, sgridato da una donna perché era a bordo del treno senza mascherina, insieme a tre coetanei, anch'essi a volto scoperto, infrangendo l'obbligo in vigore sui mezzi pubblici per il rispetto delle norme anti contagio. "Copritevi la bocca e sedetevi solo dov'è indicato" avrebbe detto la donna ai ventenni, che, seduti accanto agli altri, non rispettavano la distanza di sicurezza. Udite le raccomandazioni della donna, il ragazzo ha risposto: "Non si tu che deve insegnarci l'educazione, ognuno si comporta come vuole". Ai rimproveri si sono uniti altri passeggeri, che hanno preso le difese della signora, ricoperta di insulti dai ragazzi.

Spray urticante spruzzato in metro

Il giovane improvvisamente ha estratto un flacone di spray urticante dallo zaino e lo ha spruzzato all'interno del vagone, facendo agitare i viaggiatori. Decine di passeggeri, diventata l'aria irrespirabile a causa della sostanza che nel frattempo si era sparsa intorno, sono sono scappati dal treno una volta aperte le porte, scendendo alla stazione San Paolo con tosse, bruciore agli occhi e difficoltà a respirare. Sul posto, notato il trambusto, sono intervenuti i vigilantes privati di Italpol, che hanno fermato il ragazzo. A seguito dell'accaduto non risultano essersi verificati particolari disagi alla circolazione. Pochi minuti dopo l'accaduto il convoglio è ripartito.