Omicidio Luca Sacchi ucciso a Roma
22 Dicembre 2020
18:38

Sacchi, il testimone: “Princi si allontanò dal luogo dello scambio lasciando soli Luca e Anastasiya”

Giovanni Princi si è allontanato dal luogo dove sarebbe dovuto avvenire lo scambio di droga con Valerio Del Grosso e Paolo Pirino. Anastasiya Kylemnyk e Luca Sacchi sono quindi rimasti da soli e poi aggrediti dai due pusher che volevano i 70mila euro. Lo ha dichiarato Valerio Rispoli all’udienza per il processo sulla morte del giovane personal trainer.
A cura di Natascia Grbic
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Omicidio Luca Sacchi ucciso a Roma

Si è tenuta ieri la deposizione di Valerio Rispoli, l'intermediario nell'acquisto della droga tra i pusher di Casal Monastero e il gruppo di Giovanni Princi. Il ragazzo, indagato per droga, ha raccontato cos'è accaduto quella sera, in cui lui ha fatto da mediatore dell'affare che ha portato poi alla morte del giovane Luca Sacchi, intervenuto per difendere la fidanzata – Anastasiya Kylemnyk, anche lei indagata per droga – dall'aggressione di Luca Pirino. Secondo quanto riportato da Il Corriere della Sera, l'udienza ha ruotato essenzialmente intorno a un punto: chi ha detto a Valerio Del Grosso che nello zaino della ragazza c'erano i 70mila euro dell'accordo? "Non io", ha risposto Rispoli. Che però, sul punto in questione, non ha saputo fornire una risposta chiara.

Sacchi presente alla trattativa con i pusher

Valerio Rispoli, oltre a raccontare cos'è accaduto la sera dell'omicidio di Sacchi, ha ripercorso i giorni precedenti al delitto. E ha parlato della compravendita di droga tra il gruppo di Giovanni Princi e quello dei pusher di Casal Monastero. Il ragazzo ha riferito che nei giorni precedenti il 23 ottobre 2019, agli incontri era presente anche Luca Sacchi. Dai suoi racconti, non emerge un ruolo attivo del ragazzo. Ma dice che era lì, insieme alla fidanzata Anastasiya, mentre Giovanni Princi controllava la qualità della marijuana che avrebbe dovuto acquistare.

L'agguato a Luca e Anastasiya

La sera dell'omicidio Anastasiya avrebbe consegnato il suo zainetto rosa a Princi, che lo ha poi mostrato a Rispoli. Lui ha chiamato allora Valerio Del Grosso, che però è arrivato da Casal Monastero senza droga. Dopo aver saputo dei soldi è tornato indietro, ha preso una pistola da Marcello De Propris, ed è tornato indietro, con l'intento di rapinare i ragazzi. Il resto della storia è nota, con un dettaglio in più. Secondo quanto riportato da Rispoli, Princi si sarebbe allontanato dal luogo dello scambio, lasciando soli Luca e Anastasiya. Le immagini delle telecamere di sorveglianza, infatti, lo riprendono insieme a Rispoli e Piromalli poco distante, lontano dal gruppo. Perché si sia allontanato, se per non farsi cogliere in flagrante nel momento dello scambio o per puro caso, non è dato sapere. Il resto della storia è nota. Pirino si avventa con una mazza di metallo su Anastasiya, Luca la difende, e Del Grosso gli spara in testa. Sacchi morirà dopo ore di agonia all'ospedale.

154 contenuti su questa storia
Omicidio Luca Sacchi, intercettazioni smentiscono Del Grosso: "Ho sparato per fargli sentire il botto"
Omicidio Luca Sacchi, intercettazioni smentiscono Del Grosso: "Ho sparato per fargli sentire il botto"
Omicidio Luca Sacchi, la versione del killer: "Non mi ha visto quando gli ho sparato"
Omicidio Luca Sacchi, la versione del killer: "Non mi ha visto quando gli ho sparato"
Il ruolo di Simone Piromalli, morto ieri in incidente, nel processo sull'omicidio di Luca Sacchi
Il ruolo di Simone Piromalli, morto ieri in incidente, nel processo sull'omicidio di Luca Sacchi
Omicidio suicidio nel Viterbese: uccide la moglie a fucilate e si spara
Omicidio suicidio nel Viterbese: uccide la moglie a fucilate e si spara
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni