"Voglio essere chiara: noi non stiamo togliendo il lavoro a nessuno, stiamo semplicemente mettendo ordine in un settore caotico, spesso al centro di indagini giudiziarie. Ora serve legalità. Abbiamo subito tante pressioni, il mio assessore al Commercio, Coia, è stato aggredito fisicamente. Io sono stata paragonata a un gerarca nazista. Adesso basta. Basta ricatti da una minoranza. Altro che 13mila, sono solo un migliaio, i titolari delle bancarelle sui marciapiedi o dei camion bar che temono la gara. Gli altri, dai mercati alle edicole, ai fiorai, saranno tutelati. Nei bandi peseranno gli investimenti che hanno fatto in questi anni". Lo ha dichiarato la sindaca di Roma Virginia Raggi in un'intervista a Il Messaggero in cui ha parlato dello sciopero degli ambulanti, che ieri hanno bloccato il Grande Raccordo Anulare mandando in tilt il traffico. I manifestanti hanno protestato contro l'applicazione della direttiva Bolkenstein da parte della giunta di Virginia Raggi. La sindaca già ieri aveva dichiarato: "Voglio essere chiara: non accettiamo ricatti da nessuno. Porteremo avanti il piano di riordino delle bancarelle nelle strade di Roma". Secondo quanto dichiarato dalla sindaca, i bandi arriveranno entro il 2021.

In alcune zone di Roma le bancarelle che ostruivano i monumenti sono state trasferite, in altre sono rimaste i camion bar. Sempre a Il Messaggero la sindaca ha dichiarato che in alcune zone "i municipi non hanno collaborato. Penso a via Cola di Rienzo, che vorrei liberare il prima possibile. Sono pronta a commissariare il municipio come per piazza Vittorio. Di sicuro il suk sui marciapiedi, con i banchi che non permettono il passaggio nemmeno di una mamma col passeggino, va contrastato. C’erano i banchetti perfino davanti al Policlinico, li abbiamo spostati, senza togliere lavoro a nessuno". Per quanto riguarda i bandi, Virginia Raggi ha poi precisato: tutti potranno partecipare, tranne chi è stato condannato in via definitiva. Il riferimento è ovviamente ai Tredicine, che negli anni sono stati coinvolti in varie vicende giudiziarie.