Tre novità sul calendario delle prenotazioni dei vaccini Covid nel Lazio: da giovedì 4 marzo partiranno le prenotazioni per i soggetti estremamente vulnerabili. Da venerdì 5 marzo sarà il turno dei 79enni e dei 78enni e da lunedì 8 marzo potranno prenotare il vaccino sul sito della Regione Lazio anche i 65enni e i 64enni (oltre che dal proprio medico di famiglia).

Chi può prenotare il vaccino Covid nel Lazio

Il calendario delle vaccinazioni Covid nel Lazio aggiornato ad oggi, lunedì 1 marzo:

Vaccini per il personale scolastico

Dal 18 febbraio il personale dei servizi educativi per l'infanzia, il personale scolastico e universitario, docente e non docente, di età compresa tra 18 anni (anno di nascita 2003) e i 65 anni (anno di nascita 1956) possono prenotare la propria vaccinazione presso i centri vaccinali allestiti dalla Regione Lazio. Si prenota sul sito della Regione e possono prenotare tutti coloro che sono assistiti da un medico di famiglia convenzionato con il Sistema sanitario regionale. Servono tessera sanitaria e il codice fiscale.

Il calendario:

  • 45 – 55 anni  prenotazioni a partire dalle ore 00:00 del 18/02
  • 56 – 65 anni dalle ore 00:00 del 23/02
  • 35 – 44 anni dalle ore 00:00 del 25/02
  • Under 34 anni dalle ore 00:00 del 27/02

Vaccini per gli over 80

Dal primo febbraio sono cominciate le prenotazioni dei vaccini per le persone con età pari o superiore a 80 anni (cioè quelli nati a partire dal 1941). Per prenotare è sufficiente il codice fiscale. Per gli over 80 verranno utilizzate le dosi dei vaccini Pfizer e Moderna e le somministrazioni verranno effettuate presso i centri vaccinali della Regione Lazio. Ad oggi, lunedì 1 marzo, si sono prenotate 401mila persone.

Vaccini per 78enni e 79enni

Da venerdì 5 marzo potranno prenotare le due dosi di vaccino i cittadini del Lazio con 79 e 78 anni, nati nel 1942 e 1943 (anche coloro che compiono gli anni nell’anno solare). Per la prenotazione sarà necessaria la sola tessera sanitaria.

Vaccino per le forze dell'ordine

È in corso la vaccinazione degli operatori delle forze dell'ordine. Sono state completate le vaccinazioni del personale sanitario pubblico e privato. In corso le vaccinazioni dei medici libero professionisti.

Vaccini per 65enni e 64enni

I 65enni e i 64enni verranno vaccinati con dosi AstraZeneca. Due le strade: dal 1 marzo i medici di famiglia cominceranno a chiamare i loro assistiti per la vaccinazione presso i loro studi medici. Da lunedì 8 marzo sarà possibile prenotare, sempre per le classi d'età 65 anni e 64 anni (nati 1956 e 1957), anche presso i centri vaccinali senza passare per il medico di famiglia (il vaccino sarà sempre quello di AstraZeneca). Per la prenotazione sarà necessaria la sola tessera sanitaria.

Vaccini per persone estremamente vulnerabili

Da giovedì 4 marzo partiranno le prenotazioni per i soggetti estremamente vulnerabili. La prenotazione potrà essere effettuata sul portale della Regione Lazio ‘prenota vaccino covid’. Per la prenotazione sarà necessario il codice esenzione per patologia e la tessera sanitaria.

"Per i pazienti estremamente vulnerabili saranno 3 i canali di presa in carico : attraverso le strutture dove sono assistiti per le cure e le terapie, attraverso prenotazione online e attraverso i medici di medicina generale, con cui venerdì abbiamo concluso un accordo, che potranno vaccinare i loro assistiti con Pfizer", ha spiegato l'assessore D'Amato.

Chi ancora non può prenotare il vaccino

Per ora non possono prenotare la vaccinazione tutti coloro con età inferiore ai 64 anni e che non appartengono alla categoria degli insegnanti, degli operatori sanitari e delle forze dell'ordine, e chi ha un'età compresa tra 77 e 65 anni. Nelle prossime settimane, come noto, si continuerà con le vaccinazioni degli over 70, andando a ritroso con le fasce d'età (i prossimi saranno i 77enni, i 76enni e così via) e con gli under 65 (i prossimi saranno i 63enni, i 62enni e così via).