97 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Nas sequestrano 8 quintali di alimenti a Roma: immediata chiusura per quattro ristoranti e bar

Alimenti non tracciati, conservati in maniera non adeguata e con date di scadenza modificate: ecco quanto emerso dai controlli dei Nas in centro e a Torpignattara.
A cura di Beatrice Tominic
97 CONDIVISIONI
Due agenti dei Nas a piazza Navona, dove si sono svolti i controlli negli ultimi giorni.
Due agenti dei Nas a piazza Navona, dove si sono svolti i controlli negli ultimi giorni.

Ammontano ad un totale di oltre 30mila euro le multe contestate dai carabinieri dei Nas nel corso dei controlli degli ultimi giorni. I carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità dell'Arma si sono concentrati sulle attività, principalmente bar e ristoranti, che si trovano nelle piazze di Roma con maggior affluenza di turisti e turiste, come piazza Navona, la zona del Pantheon e le vie limitrofe. Non a norma anche quattro locali a Torpignattara

È proprio durante i controlli all'interno di questi locali che i carabinieri hanno riscontrato  inadempienze e irregolarità e sono stati costretti a sequestrare circa 8 quintali di alimenti per un valore che ammonta a circa 32.500 euro. Il valore delle attività di ristorazione per le quali è stata disposta l’immediata chiusura, infine, si aggira intorno ai 2,5 milioni di euro.

I controlli nei locali del centro di Roma

In collaborazione ai militari del Nas, hanno eseguito i controlli anche gli operatori del personale delle Asl che hanno contestato forti irregolarità sotto il profilo igienico-sanitario all'interno dei locali. Situazione a rischio anche per quanto riguarda la tracciabilità e la conservazioni degli alimenti venduti nei locali a cui si è aggiunta la scoperta di alcuni magazzini che erano utilizzati abusivamente come laboratori.

Controlli anche a Torpignattara e in un deposito alimentare

Ulteriori controlli si sono svolti anche nel quartiere di Torpignattara dove i militari hanno riscontrato nuove situazioni igienico sanitarie a rischio all'interno di quattro ristoranti della zona così gravi da comportare l‘immediata chiusura per tutti e quattro i locali.

I controlli, infine, hanno portato alla scoperta di un deposito di alimenti etnici in cui sono stati sequestrate 440 confezioni di alimenti di vario genere: sulle stesse era stata modificata la data di scadenza.

97 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views