Prima di morire in un incidente stradale sul Grande Raccordo Anulare di Roma, Agazio Menniti, primario di Neurochirurgia del San Camillo, aveva effettuato una delicata operazione chirurgica, per intervenire su un'emorragia cerebrale e aveva salvato la vita di un paziente. Quando è salito a bordo del suo scooter, dal quale è caduto con un impatto mortale, aveva da poco terminato il turno di lavoro e stava tornando a casa da sua moglie e i suoi figli. La sua improvvisa scomparsa ha lasciato profondamente scossi i colleghi e i pazienti che sono passati tra le sue mani, spesso in condizioni drammatiche. Tra le persone delle quali si è occupato c'è anche Manuel Bortuzzo, l'atleta ventenne colpito da un proiettile che lo ha raggiunto alla schiena, facendolo finire sulla sedia a rotelle. "Io e la mia famiglia siamo vicini alla famiglia del professor Menniti e ci stringiamo al loro dolore. Non potrò mai dimenticare quanto abbia fatto per me e gli sarò grato, sempre. Buon viaggio ‘doc' e grazie" è il pensiero dell'atleta che oggi compie ventidue anni.

L'incidente in cui è morto il primario di Neurochirurgia del San Camillo

I drammatici fatti che hanno portato alla scomparsa prematura del primario, quarantasei anni, risalgono alla serata dello scorso giovedì scorso 29 aprile. Dalle informazioni apprese Agazio era in sella al suo veicolo a due ruote quando un'auto lo ha travolto nel tratto compreso tra le uscite Boccea e Casal del Marmo. Dopo l'impatto il medico è caduto sull'asfalto e un altro veicolo lo ha travolto. La dinamica dell'accaduto è al vaglio degli agenti della polizia stradale, che hanno svolto i rilievi scientifici e i dovuti accertamenti. I veicoli coinvolti nel sinistro, come da prassi, sono stati posti sotto sequestro, in attesa di ulteriori verifiche.

Lutto all'ospedale San Camillo

La notizia della morte del chirurgo si è diffusa in breve tempo tra i colleghi, che si sono stretti intorno al dolore della famiglia. Tantissimi i messaggi di cordoglio, di chi lo conosceva che lo ricorda come un professionista attento, molto stimato e appassionato del proprio lavoro e un uomo premuroso. Tra questi il messaggio della direttrice sanitaria del San Camillo Francesca Milito: "Abbiamo appreso con infinito sgomento della prematura scomparsa del nostro caro Agazio Menniti, primario della Neurochirurgia, persona di grandi valori umani e stimato professionista apprezzato da tutti – si legge in un post pubblicato dalla pagina Facebook ufficiale del San Camillo – La comunità del San Camillo si stringe intorno alla famiglia e ne condivide il grande dolore".