Coronavirus
12 Giugno 2021
10:18

Lazio, cambio seconda dose AstraZeneca per under 60 non interromperà campagna vaccinale

“Il cambiamento indicato dal Governo non influisce sulle prenotazioni effettuate, che sono tutte confermate, il Piano vaccinale della Regione Lazio non subisce nessuna interruzione, prosegue senza sosta anche grazie alla collaborazione con la struttura commissariale che ha assicurato pieno sostegno”, si legge nel comunicato diffuso oggi.
A cura di Enrico Tata
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

In un comunicato ufficiale l'Unità di crisi della Regione Lazio fa sapere che la campagna vaccinale non subirà interruzioni dopo le decisioni di ieri sera. In accordo con le disposizioni del Ministero della Salute, il vaccino AstraZeneca sarà da oggi, sabato 12 giugno, somministrato solo ed esclusivamente a persone con età sopra i 60 anni (a partire da chi ha già compiuto 60 anni, in altre parole). Tutti i cittadini con meno di 60, anche chi ha avuto AstraZeneca come prima dose, riceveranno esclusivamente vaccini a mRna, cioè Pfizer o Moderna. "Il cambiamento indicato dal Governo non influisce sulle prenotazioni effettuate, che sono tutte confermate, il Piano vaccinale della Regione Lazio non subisce nessuna interruzione, prosegue senza sosta anche grazie alla collaborazione con la struttura commissariale che ha assicurato pieno sostegno", si legge nel comunicato diffuso oggi.

Sono 33mila gli under 60 che a giugno dovevano fare il richiamo AstraZeneca

Ieri l'assessore D'Amato ha fatto sapere che tutte le altre prenotazioni, salvo diversa comunicazione disposta dalla asl di appartenenza, sono confermate. A giugno nel Lazio ci sono complessivamente 126.154 prenotazioni AstraZeneca, di cui 92.587 sono confermate con questo vaccino, poiché sono rivolte a persone over 60, mentre 33.567 saranno riprogrammate con un vaccino a mRna, cioè, come detto, Pfizer o Moderna. La prenotazione, fa sapere la Regione, rimarrà la medesima e quindi la data e l'orario della somministrazione del richiamo non cambieranno, salvo diversa comunicazione da parte della asl di appartenenza. "Ci scusiamo in anticipo per l'eventuale disagio, ma tutte le nostre strutture stanno lavorando per garantire la qualità e la sicurezza del servizio". Ricordiamo che la Regione Lazio, grazie soprattutto agli Open Day, è una delle Regioni italiane che ha vaccinato più persone under 60 con il vaccino AstraZeneca. Nei prossimi mesi, quindi, questi numeri dei richiami da sostituire con vaccini a mRna sono destinati ad aumentare, ma dovrebbero quasi certamente essere compensati dall'arrivo delle dosi Pfizer.

Intanto questa mattina sono iniziate regolarmente le vaccinazioni degli Open Day Junior 12-16 anni con il vaccino Pfizer. Le operazioni "si stanno svolgendo con il massimo ordine, nel pieno della sicurezza e del rispetto delle norme e delle famiglie", fa sapere la Regione Lazio. Domenica è prevista l'apertura delle prenotazioni per l'ultima fascia d'età, 17-24 anni.

27117 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni