Sono migliaia le persone che stanno partecipando ai funerali di Willy Monteiro Duarte a Paliano, Frosinone. Il prefetto aveva limitato la capienza del campo sportivo del paese a sud est della Capitale a 1300 persone. Dalle 7 di mattina c'era già fila per accedere al campo, in tantissimi non sono riusciti a entrare e sono rimasti all'esterno. Molti indossano una maglietta bianca. Anche il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, presente anche lui a Colleferro, indossa una camicia bianca per rispettare l'appello della famiglia e degli amici del 21enne picchiato a morte una settimana fa. Presenti anche il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e la ministra dell'Interno Luciana Lamorgese, anche loro vestiti di bianco, il colore che la famiglia del ragazzo ha voluto per questa giornata (è il colore del lutto nella tradizione di Capoverde). "Ora bisogna solo far sentire alla famiglia la vicinanza di tutti e pretendere presto giustizia. La Regione pagherà e sosterrà la famiglia per le spese legali e uno degli istituti alberghieri della nostra regione sarà dedicato al nome di Willy", ha dichiarato Zingaretti. Alla cerimonia hanno assistito anche i sindaci di Paliano, Artena e dei dintorni. La strada provinciale Palianese è stata per tutta la mattina un serpentone di automobili e di pullman, molti organizzati dalla comunità capoverdiana di Roma. Tanti ragazzi sono arrivati con gli autobus Cotral. "Ci dovevo essere", dice a Fanpage un ragazzo di Colleferro che si mette in fila con gli amici per entrare al campo sportivo del paese.

Bara accolta da un lungo applauso

"Il mio auspicio è che sia presto fatta giustizia e che si faccia chiarezza presto sulle responsabilità di ognuno. Il mio appello a testimoniare è stato ascoltato e si sono aggiunti testimoni", ha dichiarato il sindaco di Colleferro, Pierluigi Sanna. Il feretro è arrivato al campo sportivo intorno alle 10, orario previsto per l'inizio della cerimonia funebre. La bara del ragazzo è stata accolta da un lungo applauso.

 

Il vescovo: "Non c'è amore più grande di questo: dare la vita per gli amici"

Queste le parole pronunciate dal vescovo di Tivoli e Palestrina, Monsignor Parmeggiani, che ha ricordato un passaggio del Vangelo di Giovanni: "Non c'è amore più grande di questo: dare la vita per gli amici". Secondo il vescovo "occorre rimanere in silenzio davanti al mistero della morte di un giovane. Preghiamo per questo giovane che ci lascia un grande insegnamento. Un insegnamento che non vorrei che trascorsi questi giorni pieni di coinvolgimento emotivo, di giusta compassione per Willy e la sua famiglia, di sdegno verso coloro che hanno compiuto un gesto inumano, cadesse come troppo spesso accade nell'oblio e nel fermarsi a qualche targa, monumento commemorativo, intitolazione di qualche torneo di calcio o cose del genere".

Bandiere a mezz'asta in tutte le sedi del Consiglio del Lazio

In segno di cordoglio e lutto per la tragedia avvenuta a Colleferro, il presidente Mauro Buschini ha disposto di esporre le bandiere a mezz'asta in tutte le sedi del Consiglio Regionale del Lazio.

Conte: "Oggi qui c'è tutta l'Italia"

"Oggi sono qui in rappresentanza del Governo, ma oggi c'è qui tutta l'Italia, che ama questa famiglia umile e operosa. Abbiamo seguito tutti questa vicenda di efferata violenza, non possiamo sottovalutarla né minimizzarla, assolutamente no. Non possiamo degradarla a singolo episodio isolato. Dobbiamo guardarci in faccia e maturare piena consapevolezza che ci sono alcune frange, alcune sacche sociali fragili della popolazione, che coltivano la mitologia della violenza e della sopraffazione", ha dichiarato il presidente Conte.

(ha collaborato Alessandro Coltrè)