Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Un uomo, Amerigo Tullio, è stato trovato morto in una cava nel comune di Ferentino. A quanto si apprende il corpo sarebbe stato dilaniato da alcuni cani. Da chiarire la dinamica di quanto accaduto: al momento non è chiaro se l'anziano sia deceduto a causa di un malore e poi attaccato dagli animali, o se sia stato ucciso proprio da loro. Una vicenda tragica che ha sconvolto una comunità e sulla quale le forze dell'ordine vogliono vederci chiaro: i carabinieri di Frosinone hanno avviato le indagini, mentre la Procura ha disposto l'autopsia sul cadavere per chiarire le cause della morte. Amerigo Tullio, 80enne molto conosciuto nella zona, era andato in cerca di asparagi nelle campagne tra Morolo e Ferentino.

Il corpo di Americo Tullio trovato da due anziani

Amerigo Tullio era uscito in cerca di asparagi ma quando è calata la sera non aveva ancora fatto ritorno. A trovare il corpo sono stati due anziani passanti, che abitano lì vicino: hanno visto la sagoma dell'80enne riversa a terra, e lanciato subito l'allarme, sconvolti da quanto accaduto. Sul posto, oltre ai soccorsi del 118 che purtroppo si sono rivelati inutili, anche i carabinieri per le indagini del caso. Per Amerigo non c'è stato nulla da fare, i militari non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. Accanto al corpo esanime dell'80enne sono stati trovati un bastone – portato molto probabilmente per cacciare eventuali animali selvatici – e un mazzetto di asparagi. L'autopsia che verrà effettuata dal medico legale servirà a chiarire le cause della morte, in modo da sapere se effettivamente l'uomo sia stato ucciso dai cani o se i morsi siano stati successivi al decesso.