Nessun accordo sottobanco con il M5s. Parola di Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, che ieri sera – intervenendo nella trasmissione Porta a Porta,  ha dichiarato senza mezzi termini: "Chi conosce un po' la storia di Zingaretti presidente della Regione e di Raggi sindaco di Roma, esclude che possa esserci un accordo sottobanco". Che tra il presidente della Regione e la sindaca di Roma non ci sia un buon rapporto lo dimostrano i numerosi dissidi avuti in questi anni. Tanto da far ribadire a Zingaretti che "noi saremo all'opposizione di Raggi. Perché come sindaca, lo dico da cittadino romano, è stata una catastrofe".

La reazione del M5s contro Zingaretti

Parole, quelle di Zingaretti, che hanno scatenato immediatamente la reazione del partito pentastellato. "Il M5S e Virginia Raggi sono la salvezza di Roma dopo 20 anni di pessime amministrazioni. Zingaretti pensasse a gestire il PD: lo vedo agitato e in seria difficoltà…", ha twittato Giuliano Pacetti, capogruppo capitolino del M5s. "Quando parla di catastrofe, Zingaretti dovrebbe pensare alla Regione Lazio e quindi ai tagli dei posti letto, alla privatizzazione dilagante, alla distruzione pianificata a tavolino di un modello di sanità pubblica – dichiara in una nota Antonio De Santis, assessore al Personale – Un'operazione finanziaria e politica che ricorda molto il ‘modello Lombardia‘. Sì, di catastrofi Zingaretti è proprio grande artefice".

Raggi: "Mai chiesto appoggio a Zingaretti"

Non è invece ancora arrivata la replica della sindaca Virginia Raggi, che già qualche giorno fa, intervistata da La7, aveva chiuso a ogni possibilità di accordo con il Pd. "Io a Zingaretti non ho mai chiesto appoggio – spiega Raggi – Ho chiesto quello dei cittadini romani, delle associazioni e dei comitati che abbiamo incontrato in questi anni. L'alleanza c'è su sede nazionale, a Roma stiamo portando avanti un progetto molto complesso di ricostruzione. Una delle prime cose che mi è successa quando mi sono seduta sul tavolo da sindaca, è che mi hanno portato una serie di fatture da pagare. mi hanno detto ‘tieni, queste sono le fatture di quelli precedenti da pagare'. Erano circa 13mila euro".