Blocco della circolazione dalle 24 alle 5 del mattino, didattica a distanza nelle scuole superiori al 50% (escluso il primo anno), mentre nelle università si sale al 75% (tranne le attività formative e le matricole). Il coprifuoco attivo già da venerdì, da lunedì partirebbe invece la didattica a distanza nelle scuole. Questo potrebbe essere il testo della nuova ordinanza che la Regione Lazio emanerà a breve a causa dell'aumento dei contagi da coronavirus. I casi sono aumentati in maniera considerevole soprattutto a Roma, dove l'RT è di 1.2: il doppio di Milano. Sarebbe stata avviata inoltre una manifestazione d'interesse per trovare strutture private che siano in grado di fare almeno 5mila tamponi al giorno. Aumento in corso anche dei posti letti covid (2913 unità in tutto), 512 quindi totali di terapia intensiva. Al momento il Lazio è la quinta regione per il numero di contagi, la seconda per l'incremento dei tamponi, e la prima per casi testati per abitante.

1219 i casi oggi nel Lazio

Nella giornata di oggi, mercoledì 21 ottobre, il Lazio ha registrato 1219 casi di coronavirus, rispetto ai 1224 casi registrati martedì. Sono 16 le persone decedute, undici in più rispetto al giorno precedente (5) e 133 i guariti nelle ultime 24 ore. Oggi sono stati elaborati 20mila tamponi, a fronte dei 21milamila di ieri. A Roma i nuovi positivi sono 773, mentre nelle province si registrano 446 casi e tre decessi. "Queste sono le giornate più difficili, occorre rigore e rispetto del distanziamento – ha dichiarato l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato – Bene avvio sistema di prenotazione online dei drive-in, da ieri effettuate 5 mila prenotazioni e presto tutti i drive di Roma avranno accesso solo previa prenotazione online. Ci aspettiamo un incremento del valore RT soprattutto nelle province, Roma sta tenendo. La rete ospedaliera è entrata nella settima fase, programmati a regime circa 3.000 posti riservati a COVID".