215 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Covid 19

Contagiato anche il dj della festa a Porto Rotondo: “Ma non accusateci di diffondere virus”

Parla il giovane dj romano che era alla console alla festa a Porto Rotondo, in Sardegna: “Ero in perfetta salute e condizione fisica, privo di febbre o sintomi legati al Covid, in entrambe le serate in cui ho suonato nell’ultima settimana. Il 14 agosto mi è stato comunicato che persone con le quali ho avuto contatti in diversi locali e situazioni risultavano essere positive al virus. Il 15 agosto mi sono recato dunque a effettuare io stesso il tampone, al quale sono risultato positivo”.
A cura di Enrico Tata
215 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Lorenzo Palazzi è un giovanissimo dj romano. Alla console c'era lui lo scorso 9 agosto durante la festa organizzata al Country Club di Porto Rotondo in Sardegna. Erano presenti circa 500 o 600 persone. In questo locale si sono recati alcuni ragazzi risultati poi positivi al Coronavirus al loro rientro a Roma. Anche Palazzi è risultato positivo: "Ero in perfetta salute e condizione fisica, privo di febbre o sintomi legati al Covid, in entrambe le serate in cui ho suonato nell’ultima settimana. Il 14 agosto mi è stato comunicato da terzi che persone con le quali ho avuto contatti in diversi locali e situazioni, a Porto Cervo e a Porto Rotondo, risultavano essere positive al virus. Il 15 agosto mi sono recato dunque a effettuare io stesso il tampone, al quale sono risultato positivo. Ad oggi sono in quarantena, ancora asintomatico. È ingiusto e mortificante indicare me o il mio staff come portatori del Covid in altre zone. Di nostra spontanea volontà abbiamo effettuato il test, pur essendo asintomatici, per tutelare i nostri cari. Come tanti altri ero in vacanza per vivere un momento di serenità insieme ai miei amici e sono stato colpito da un virus che non seleziona le proprie vittime e non esclude nessuno", si è sfogato il ragazzo sui social.

Indagine epidemiologica in corso a Porto Rotondo

Per il momento sono risultate positive sei persone con link alla festa organizzata al Country Club, ma il numero potrebbe salire nelle prossime ore. L'indagine epidemiologica è a cura delle autorità sarde, che hanno avanzato una prima ipotesi sull'origine del virus: alcuni ragazzi sarebbero arrivati in Sardegna direttamente da Ibiza e potrebbero aver preso il virus sull'isola spagnola.  "Si stanno facendo tutti i controlli del caso e si stanno tracciando i profili di tutte le persone con cui i positivi hanno avuto rapporti, come da protocollo. Un po' più di attenzione sicuramente avrebbe fatto bene. Una volta venuti meno i divieti, molti ragazzi si sono mossi da una parte all'altra d'Italia e d'Europa. Potrebbe essere il caso di Porto Rotondo. Questi giovani sono diventati positivi in Sardegna, ma non necessariamente hanno contratto il virus qui", ha dichiarato il sindaco di Olbia, Settimo Nizzi.

215 CONDIVISIONI
32809 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views