Dopo oltre 500 giorni di vuoto in seguito alle dimissioni di Pinuccia Montanari, dopo le proteste dei romani per una città sempre più sporca, dopo le minacce di class action per la mancata raccolta dell'immondizia, Virginia Raggi ha nominato la nuova assessora ai rifiuti. Si tratta di Katia Ziantoni, (ex) assessora all'Ambiente, mobilità, patrimonio, e tutela animali del VI Municipio. A sette mesi dalla fine del mandato, uno dei posti più scomodi da occupare nella giunta capitolina è di nuovo occupato. Ma chi è Ziantoni?

Chi è Katia Ziantoni, la nuova assessora ai rifiuti

Classe 1984, di professione impiegata, giornalista pubblicista dal 2010, Katia Ziantoni ha cominciato la sua carriera politica come attivista territoriale del M5s. Nota per le sue battaglie su Rocca Cencia – unico impianto di Ama per trattare l'indifferenziata a Roma, adesso sotto sequestro – e per aver esteso la raccolta porta a porta tra Tor Bella Monaca e Torre Angela, su Ama ha le idee ben chiare. In un'intervista di qualche anno fa Ziantoni – da sempre vicina alla sindaca Virginia Raggi – sosteneva che la municipalizzata andrebbe riformata in direzione di un più forte decentramento.

L'affaire Monte Carnevale e il bilancio di Ama

Ziantoni dovrà ora occuparsi, oltre che del piano industriale e dei bilanci di Ama, anche dell'affaire riguardante la discarica di Monte Carnevale, su cui il M5s si è spaccato. Raggi è intenzionata ad aprire il sito nella Valle Galeria nonostante le proteste dei residenti e degli stessi attivisti a 5 stelle. Ziantoni, che in passato si è battuta per la chiusura del Tmb di Rocca Cencia, adesso dovrà occuparsi di portare avanti la linea della sindaca per l'apertura della discarica nel sito che un tempo ospitava Malagrotta.