291 CONDIVISIONI
Coronavirus
2 Maggio 2021
21:05

Centro di Roma troppo affollato: chiusa via del Corso per rischio assembramenti

Il bilancio di Roma e Lazio nel primo weekend in zona gialla non ha riscontrato particolari criticità, complice il maltempo che ha fatto trascorrere una festa del primo maggio decisamente sottotono. Oggi con il sole la Questura ha dato ordine di chiudere temporaneamente via del Corso, per assembramenti.
A cura di Alessia Rabbai
291 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio La Presse
Immagine di repertorio La Presse
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Via del Corso è stata chiusa all'accesso dei pedoni nel pomeriggio di oggi, domenica 2 maggio. Dopo un sabato di primo maggio all'insegna del maltempo e della pioggia, che comunque non ha fatto desisere i romani ad andare a pranzo al ristorante, seppur muniti di ombrello per ripararsi, dato l'obbligo di mangiare ai soli tavoli all'aperto, oggi in tanti con un timido spiraglio di sole si sono concessi una passeggiata in centro. Prima festività con ristoranti aperti e clienti al tavolo, dopo tanto tempo, nonostante il meteo abbia remato contro, è comunque stata una vittoria per i ristoratori. Ad essere prese d'assalto le vie dello shopping e le piazze principali. Attenzionate come ormai di consueto nei weekend le strade centrali, parchi e ville storiche, dove le forze dell'ordine svolgono controlli per verificare che non si creino assembramenti potenziali veicoli del contagio. Oggi pomeriggio la Questura per la grande affluenza di persone ha disposto la temporanea chiusura di via del Corso e le forze dell'ordine hanno disposto le transenne per contingentare gli accessi, in attesa che uscissero le persone già presenti.

Il Lazio resta in zona gialla

Il Lazio ha trascorso il suo primo weekend in zona gialla, e ci resterà anche da domani, giornata di cambio colore, ma non per la regione, dove l'indice Rt si attesta su 0.85. In questo primo fine settimana di aperture, particolarmente attenzionati oltre al centro storico anche le mete delle gire fuori porta e il mare, per i maggiori spostamenti concessi, dove a causa del maltempo, con la pioggia che è caduta nella giornata di festa di ieri, non si sono registrate presenze tali da far scattare l'allerta assembramenti. La situazione ovunque nel Lazio è rimasta sotto controllo, poche le persone all'aperto, mentre tanti hanno optato per incontrarsi a casa, grazie all'allentamento delle misure che permettono di ospitare nella propria abitazione fino a un massimo di quattro persone non conviventi (fatta eccezione per minori, persone disabili e non autosufficienti) per una volta al giorno, rispettando l'orario, rimasto per ora inalterato, del coprifuoco.

291 CONDIVISIONI
25882 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni