Alle 21 di ieri è atterrato all'aeroporto di Fiumicino un volo proveniente dall'India con 213 passeggeri e 10 componenti dell'equipaggio. Tutte le persone a bordo sono state sottoposte a tampone molecolare con l'aiuto delle squadre Uscar, il cui lavoro è cominciato alle 22 ed è finito in tarda notte. Stando a quanto comunica la Regione Lazio, 23 passeggeri e due membri dell'equipaggio sono risultati positivi al coronavirus (percentuale di positività al 9 per cento). A breve verranno resi noti i risultati del sequenziamento per individuare le eventuali varianti. Gli esami sono in corso all'istituto Spallanzani di Roma. Tutte le persone positive e i loro contatti stretti sono stati accompagnati in un Covid Hospital.

Il volo dell'Air India AI 1123 proveniente da Delhi è atterrato precisamente alle 20.57. A bordo, come detto, c'erano 213 passeggeri, di cui 28 bambini e tre neonati. Ai viaggiatori, sbarcati in una sala dedicata del terminal 5, è stata presa la temperatura ed è stato chiesto di sottoporsi a tampone nelle postazioni allestite dalle squadre Uscar. Tutti i 350 bagagli sono stati sanificati. Ad attenderli all'esterno dell'aeroporto romano c'erano tre pullman, sei ambulanze, tre mezzi dell'esercito e nove della Croce Rossa Italiana. 

"Voglio ringraziare i nostri operatori, le Uscar guidate da Pierluigi Bartoletti e Stefano Marongiu, Adr, la Protezione civile e le Forze dell'ordine per il grande lavoro svolto", ha dichiarato in una nota l'assessore regionale alla Sanità del Lazio, Alessio D'Amato.

Ieri il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, aveva dichiarato che "dal punto di vista sanitario abbiamo attivato la struttura per i necessari controlli sui voli in arrivo dall'India all'aeroporto di Fiumicino. Ma è indispensabile attivare forme di quarantena controllata per gli arrivi e bloccare i voli dall'India sollecitando anche iniziative che coordinino a livello europeo gli arrivi".

Continuano i test sulla comunità Sikh di Latina

A Latina intanto continuano le ricerche della Asl per trovare circa 300 indiani sbarcati a Fiumicino negli ultimi giorni. I primi risultati del sequenziamento sui membri della comunità Sikh pontina sono risultati negativi per la variante indiana e positivi per quella inglese, ha fatto sapere l'Istituto Spallanzani nella serata di ieri. I test sulla comunità Sikh, che conta 20 mila persone, sono tuttora in corso.