Arrestata giovane coppia di borseggiatori a Roma. Marito e moglie, entrambi di ventitré anni, erano diventati l'incubo del quartiere Magliana, tanto che i loro furti venivano segnalati su pagine di social network dedicate ai residenti della zona. "Attenzione perché girano da stamattina – si legge su uno degli ultimi post del gruppo Facebook ‘Sei della Magliana se' – puntano soprattutto le persone anziane". Da quanto si apprende, i coniugi sono riusciti a mettere a segno almeno dieci colpi. Molti furti potrebbero non essere stati mai denunciati. Per questo, i Carabinieri della Stazione Roma Villa Bonelli stanno proseguendo con le indagini per capire se sono avvenuti altri borseggi non segnalati.

Si fingevano clienti nei negozi e rubavano i portafogli dalle borse degli avventori

Ieri l'ultimo tentativo di scippo da parte dei coniugi borseggiatori in un negozio di via della Magliana Nuova. I due, fingendosi clienti dell'esercizio commerciale, hanno cercato di rubare il portafoglio dallo zaino di un altro avventore, una donna di cinquantasei anni. Ma questa volta sono stati prontamente bloccati dai Carabinieri della Stazione Roma Villa Bonelli, che da tempo seguivano le loro azioni. I militari, in servizio con abiti civili, sono intervenuti dopo aver notato i coniugi entrare nell'esercizio commerciale. Colti sul fatto, i due sono stati subito ammanettati. A seguito dell'arresto, l'uomo è stato accompagnato in caserma ed è in attesa di essere sottoposto al rito direttissimo. La donna, invece, è finta agli arresti domiciliari poiché è in stato di gravidanza. Intanto i carabinieri stanno svolgendo ulteriori controlli per verificare altri furti messi a segno dai due delinquenti.