video suggerito
video suggerito

A Roma ecco i nuovi campi da tennis affacciati sul Tevere: saranno gratuiti per i cittadini

A pochi passi dal Foro Italico, dove in questi giorni si stanno giocando gli Internazionali, saranno realizzati due nuovi campi da tennis. L’intenzione è quella di renderli gratuiti per i romani.
A cura di Enrico Tata
639 CONDIVISIONI
Immagine

Sulle sponde del Tevere, a pochi passi dal Foro Italico dove in questi giorni si stanno giocando gli Internazionali, saranno realizzati due nuovi campi da tennis. Sarà infatti riqualificata l'area militare del Lungotevere della Vittoria, uno spazio da tempo abbandonato. I due campi, che nasceranno grazie all'intesa tra Difesa Servizi e Sport e Salute, saranno una sorta di appendice naturale al parco sportivo del Foro Italico.

L'area militare, che si trova vicino al Ponte della Musica "Armando Trovajoli", è stata concessa in uso da Difesa Servizi a Sport e Salute, che ha subito avviato la progettazione dei campi da tennis. L'intenzione è quella di renderli gratuiti per i romani.

"Per noi è un progetto assai importante sotto molteplici aspetti. Intanto perchè ampliamo l'offerta di impiantistica sportiva, poi riqualifichiamo e valorizziamo attraverso lo sport un'area abbandonata, inoltre si amplia il complesso sportivo del Foro Italico e soprattutto perché potremo permettere la pratica gratuita ai cittadini dato che i due campi saranno quotidianamente a disposizione sia del personale della Difesa che dei romani. In collaborazione con la FederTennis inoltre avvieremo anche dei corsi gratuiti per i più piccoli", ha spiegato il Presidente di Sport e Salute, Marco Mezzaroma. 

L'amministratore delegato di Difesa Servizi, Luca Andreoli, ha spiegato che "il progetto discende da un accordo che punta alla valorizzazione di impianti sportivi militari da dedicare anche a usi civili. Questo è il primo esempio concreto del frutto di questo accordo e lo facciamo in un'area della città particolarmente pregiata e quindi recuperiamo uno spazio che è stato per lunghi anni abbandonato, o comunque poco utilizzato".

639 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views