Immagine dalla polizia di Alameda County.
in foto: Immagine dalla polizia di Alameda County.

È rimasto intrappolato per due giorni nel condotto di areazione di un ristorante cinese, completamente coperto dal grasso che colava da quelle pareti. Ma è riuscito a sopravvivere per miracolo anche se, come hanno raccontato i poliziotti che l'hanno salvato, era "completamente esausto e risultava disidrato ma dovrebbe riprendersi in pochi giorni". È successo lo scorso mercoledì, 12 dicembre, nell'area di San Francisco, precisamente a San Lorenzo, ad un ragazzo di 29 anni, che è caduto nel bocchettone probabilmente in seguito ad un tentativo di furto. Polizia e vigili del fuoco sono stati allertati da alcune persone, residenti negli edifici vicini, che avevano udito delle grida di aiuto, ovattate, provenire dal tetto del palazzo dove si trova il locale di cucina asiatica, che per altro risulta chiuso dallo scorso mese di ottobre.

I soccorritori hanno trovato il ragazzo nel condotto, impossibilitato a muoversi perché schiacciato tra le pareti di metallo del condotto e completamente ricoperto di grasso e di olio, impiegando più di un'ora per portarlo all'esterno e trasferirlo in ospedale, dove è stato sottoposto a tutte le cure del caso. Intanto, è stata avviata un'indagine per accertare se il 29enne si è ritrovato in quel posto in seguito a un tentativo di rapina. "Siamo molto soddisfatti – ha detto lo sceriffo della contea di Alameda -. Se fossimo arrivati anche un giorno più tardi probabilmente non ce l'avrebbe fatta a sopravvivere".