Un lavoratore malato di tumore è stato licenziato dal supermercato Eurospar di via Regina Elena di Reggio Emilia per assenteismo. Il dipendente affetto da patologia oncologica – che in passato è anche delegato sindacale dell'esercizio commerciale – sarebbe stato allontanato dal posto di lavoro "una settimana dopo che l'azienda, la ditta Aspiag, titolare della catena, aveva rassicurato il lavoratore concedendogli un periodo di ferie/aspettativa dato che ben sapeva dei suoi gravi problemi di salute". A renderlo noto Filcams Cgil di Reggio Emilia, denunciando quanto accaduto.

Nella sua nota il sindacato ha dichiarato: "Condanniamo aspramente questo comportamento di rilevante gravità. Nonostante l'incontro dell'azienda con noi il 29 novembre scorso, quando già erano consapevoli della malattia, dove avevano concordato un periodo di ferie utile a traghettare il nuovo anno, il 6 dicembre è partita la lettera di licenziamento oltre alla rimozione dalla bacheca sindacale come ulteriore segnale dell'atto discriminatorio".

La decisione dell'azienda di licenziare un malato oncologico per le troppe assenze fatte è destinata ad aprire uno scontro con il sindacato e gli altri dipendenti: domani mattina dalle 9.30 alle 13 la Cgil ha indetto un presidio di protesta davanti al punto vendita di via Regina Elena per chiedere l'immediato annullamento della decisione e di riconsegnare il posto di lavoro.