Non accettava la fine della sua storia d’amore e per questo motivo avrebbe “reagito” aggredendo la sua ex fidanzata. Una donna che è stata minacciata dall’uomo col quale aveva avuto una storia e anche rapinata. È accaduto nella provincia di Prato, dove un uomo è stato appunto arrestato per aver aggredito e rapinato la sua ex. Dopo averla colpita con un pugno addirittura l'uomo, per “punire” quella donna, avrebbe tentato di tagliarle i capelli. A finire in manette è un cittadino cinese di trenta anni irregolare sul territorio italiano, che appunto avrebbe agito così – a quanto ricostruito – perché non aveva accettato la fine della relazione con la ex compagna, sua connazionale.

La donna aggredita è riuscita a chiamare i carabinieri – La donna aggredita dall’ex è riuscita però a chiedere aiuto ai carabinieri della stazione di Carmignano, che hanno arrestato in flagranza di reato il fidanzato violento. All'arrivo dei carabinieri, il trentenne si stava impossessando con la forza del trolley e dei documenti della ex fidanzata.

Il trentenne fermato è in attesa di giudizio – Quando ha visto i militari arrivare a prenderlo, l'uomo ha anche tentato di scappare, ma ben presto è stato bloccato. Dopo l’intervento dei carabinieri, la donna vittima dell’aggressione è stata accompagnata al pronto soccorso mentre l’ex compagno resta trattenuto presso le camere di sicurezza della compagnia di Prato in attesa di giudizio direttissimo.