"Bisogna togliere il galateo alle forze dell'ordine e riconsegnare loro il manganello" così il governatore del Veneto Luca Zaia si è rivolto alla folla di Piazza San Giovanni a Roma nel corso del suo intervento dal palco della manifestazione della destra "Orgoglio Italiano". "Questa è una piazza che chiede rispetto delle regole e noi abbiamo la necessità di dire ai cittadini che esiste un governo possibile, esiste la gestione possibile di tutto quello che è l'ordine pubblico e la legalità" ha spiegato Zaia, aggiungendo: "Per farlo ci sono solo tre cose: la prima è fare in modo che i cittadini possano difendersi e finiscano sul banco degli imputati se vengono aggrediti; La seconda è inasprire il codice penale perché in questo Paese è sempre più difficile andare in galera; la terza è doverosa ed è togliere il galateo alle forze dell'ordine e riconsegnare il manganello".

"Non lo dico per strappare l'applauso alla piazza ma perché tutti noi abbiamo assistito a scene nelle quali le forze dell'ordine son oggetti di insulti, di lancio di pietre, di sputi e di altri e vederli lì che tremano e non possono intervenire è scandaloso" ha sottolineato ancora il Governatore veneto, aggiungendo: "Dobbiamo essere dalla parte delle forze dell'ordine non degli aggressori". "Questa piazza non fa distinzione di colore di pelle, chiede solo pari diritti e pari doveri e soprattutto rispetto delle regole che dice che se c'è posto lavoro prima si dà a un nostro cittadino e poi a uno del resto del mondo" ha spiegato ancora Zaia in un altro passaggio del suo discorso proclamato davanti a una bandiera con il leone di San Marco. "C'è scritto nella costituzione, i cittadini vengono prima di tutti", ha evidenziato Zaia, concludendo:"Quanti italiani non arrivano alla fine del mese? Prima vengono loro, poi il resto del mondo. Noi chiediamo l'autonomia, per dare responsabilità a chi governa e servizi migliori".

Parole a cui ha risposto a stretto giro il Ministro per i Rapporti con il Parlamento e le Riforme Federico D'Incà. "A chi dice che bisognerebbe togliere il galateo alle forze dell'ordine e restituire loro il manganello, ricordo che in uno Stato di Diritto ci sono solidarietà e collaborazione tra Stato e cittadini" ha scritto D'Incà sul suo account twitter, concludendo: "Chi rappresenta le istituzioni deve misurare le parole e non fare propaganda".