540 CONDIVISIONI
Covid 19
15 Settembre 2021
17:10

Terza dose vaccino, a chi andrà e quando si inizia: il calendario regione per regione

Dal 20 settembre si partirà con la somministrazione della terza dose: si inizierà con quella che viene definita la dose addizionale per trapiantati e immunodepressi, poi si proseguirà con il booster per over 80, ospiti delle Rsa e personale sanitario. Vediamo il calendario delle somministrazioni della terza dose regione per regione e quali saranno i vaccini inoculati.
A cura di Stefano Rizzuti
540 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Si partirà da pazienti trapiantati e immunodepressi. Poi, una volta completate le somministrazioni ai più fragili, si passerà agli over 80 e al personale sanitario. È questo il calendario messo a punto dal governo per la terza dose del vaccino anti-Covid, la cui somministrazione inizierà a partire dal 20 settembre. Come ricorda la circolare del ministero della Salute si partirà con i pazienti trapiantati e gli immunocompressi: per loro la terza viene definita come una dose addizionale, cioè aggiuntiva per completare il ciclo: deve essere somministrata ad almeno 28 giorni di distanza dalla seconda dose. Questa vaccinazione riguarderà dieci categorie, individuate da una circolare del ministero della Salute: trapiantati di organo solido in terapia immunosoppressiva; trapianto di cellule staminali ematopoietiche; attesa di trapianto d'organo; terapie a base di cellule T; patologia oncologica; immunodeficienze primitive; immunodeficienze secondarie; dialisi e insufficienza renale cronica grave; pregressa splenectomia; Aids. In totale parliamo di circa 3 milioni di persone in Italia. Altro discorso varrà per gli over 80, gli ospiti delle Rsa e il personale sanitario: quello che riceveranno loro come terza dose sarà un booster, ovvero un richiamo che arriverà a ciclo vaccinale completato, dopo almeno sei mesi dalla seconda dose. Le inoculazioni partiranno ufficialmente dal 20 settembre, con diversi piani stilati da ogni singola Regione.

Quale vaccino verrà somministrato per la terza dose

Per la terza dose verranno somministrati solamente vaccini a mRna, ovvero Comirnaty di BioNTech/Pfizer e Spikevax di Moderna. Andranno bene entrambi sia per la dose addizionale che per il booster: Pfizer potrà essere somministrato a tutta la popolazione al di sopra dei 12 anni e Moderna a tutti gli over 18. Entrambi i vaccini potranno essere somministrati indipendentemente da quale siano stati i preparati ricevuti per il primo ciclo vaccinale, anche nel caso in cui si sia trattato di AstraZeneca o Johnson & Johnson, quindi vaccini con tecnologie differenti.

Quando servirà la prenotazione per la terza dose

Per quella che nella circolare del ministero della Salute viene definita come dose addizionale, ovvero quella per trapiantati e immunocompressi, non ci sarà bisogna di prenotazione o adesione: saranno le stesse Asl e le strutture sanitarie a contattare i pazienti per prendere appuntamento e somministrare la terza dose del vaccino. Diverso potrebbe essere il discorso per gli over 80, ferme restando le differenze tra Regione e Regione. In questo caso potrebbe esserci una prenotazione, probabilmente utilizzando gli stessi sistemi già impiegati per la prima parte del ciclo vaccinale: numeri telefonici, piattaforme online e altri strumenti. C’è anche chi, come il Lazio, ha annunciato che la prenotazione sarà possibile anche in farmacia.

Lazio

Proprio il Lazio è già partito con la somministrazione della terza dose. L’avvio ufficiale è fissato per il 20 settembre con i pazienti trapiantati, convocati dalle Asl nei centri vaccinali. Ma in realtà già 40 persone hanno ricevuto la terza dose nell’Asl di Rieti: si tratta di trapiantati di organo solido. Si procederà, poi, con immunodepressi e anziani, per arrivare agli ospiti delle Rsa e, infine, al personale sanitario.

Piemonte

La Regione Piemonte ha annunciato che partirà con la terza dose dal 20 settembre, con immunodepressi e trapiantati. Non servirà la pre-adesione: i pazienti riceveranno una chiamata dai centri ospedalieri che li hanno in cura per comunicare la data di convocazione.

Lombardia

Pronta a partire anche la Lombardia, dove la data dovrebbe essere quella del 20 o, al più tardi, del 21 settembre. Si inizierà con fragili e pluripatologici, come spiegato dal presidente Attilio Fontana. Tra i fragili rientrano i chemioterapici, i trapiantati, le persone affette da Hiv. Si arriva a una platea stimata, nella prima fase, di circa 150mila persone.

Toscana

La Toscana partirà con la terza dose dal 20 settembre, come ha assicurato il presidente Eugenio Giani: le Asl sono state allertate e ora bisognerà stabilire le indicazioni precise sulle patologie a cui dare priorità. Una prima comunicazione per prepararsi alla somministrazione della terza dose è stata inviata, allertando anche i centri specialistici che hanno in cura i pazienti.

Veneto

In Veneto il 20 settembre ci sarà la prima somministrazione della terza dose, ma si tratterà di una vaccinazione simbolica, all’hub di Villorba, alla presenza del commissario straordinario Francesco Paolo Figliuolo. Dopo questa prima tappa si andrà avanti raggiungendo fino a 160mila persone, che verranno chiamate già in questi giorni. L’obiettivo è di inoculare 100mila terze dosi entro fine settembre e altre 120mila circa entro fine ottobre.

Emilia-Romagna

La terza dose scatterà in Emilia-Romagna nella settimana tra il 20 e il 25 settembre, anche se non è stata ancora stabilita una data precisa. Una circolare inviata alle Asl precisa che non servirà sottoporre i pazienti ai test sierologici per decidere sulla vaccinazione con la terza dose.

Campania

Per la terza dose in Campania probabilmente si dovrà aspettare qualche giorno: si slitta, quindi, rispetto alla data nazionale del 20 settembre. Si partirà con le somministrazioni non solo ai pazienti trapiantati, ma anche nelle Rsa. Mentre per il personale sanitario bisognerà attendere qualche mese: la terza dose dovrebbe arrivare tra il dicembre 2021 e il gennaio 2022.

Sicilia

Ci sarà da aspettare qualche giorno anche per la Sicilia: non è ancora stata annunciata una data per la partenza della terza dose. Per l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, si potrebbe iniziare intorno al 23-25 settembre o, al massimo, entro i primi di ottobre. Per quanto riguarda i soggetti prioritari, spiega ancora, si seguiranno le linee guida nazionali.

540 CONDIVISIONI
27611 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni