Il governo starebbe valutando se prorogare ulteriormente lo stato di emergenza fino al prossimo 31 gennaio 2021: è quanto riportando diverse agenzie di stampa. La questione sarebbe stata discussa ieri, in un vertice tra il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte e i capo delegazione della maggioranza, in seguito al Consiglio dei ministri. Al momento la scadenza dello stato di emergenza è fissato al 15 ottobre, ma l'evoluzione della situazione epidemiologica nel nostro Paese e all'estero avrebbe spinto gli esperti del Comitato tecnico scientifico a suggerire al governo di prorogare le straordinarie norme anti-contagio. Nel Cdm di ieri si sarebbe parlato anche di come spingere sempre più cittadini ad utilizzare l'app Immuni, in modo da rendere più semplice il tracciamento dei contatti e in questo modo circoscrivere tempestivamente nuovi focolai. Il ministro della Giustizia, il pentastellato Alfonso Bonafede, avrebbe suggerito di lanciare una sorta di "maratona televisiva" per spingere gli italiani a scaricare l'app.

Sono 314.861 le persone che hanno contratto il coronavirus nel nostro Paese dallo scoppio della pandemia. E da ormai due mesi i nuovi casi giornalieri comunicati dal ministero della Salute sono in aumento. Si fanno più tamponi rispetto alla fase più critica dell'emergenza: con la ripresa a pieno regime delle attività economiche e soprattutto con la riapertura delle scuole è potenzialmente aumentata la capacità di diffusione del virus, ragion per cui è sempre più necessario potenziare le attività di testing e tracing.

Nonostante dai numeri emerga un quadro sostanzialmente stabile, sicuramente più favorevole rispetto a quello di tanti altri Paesi europei, la curva epidemiologica segnala un aumento dei contagi e dei ricoverati. Nessuna Regione registra più zero nuovi casi e con l'arrivo dell'influenza stagionale il rischio di sovraccarico per gli ospedali si fa concreto. Ragion per cui il governo starebbe pensando a come prorogare le speciali misure dello stato di emergenza fino al prossimo 31 gennaio. Data che segna un anno esatto dalla prima dichiarazione di emergenza a causa della pandemia da parte del governo italiano.