Nuovo cambio di colori per le Regioni italiane. Il ministro Speranza, dopo aver ricevuto i dati del monitoraggio settimanale dell'Istituto superiore di sanità, firmerà delle ordinanze che entreranno in vigore dalla prossima settimana. L'Italia resta tinta principalmente di giallo, colore che già era prevalso in questa settimana caratterizzata dalle riaperture su gran parte del territorio nazionale, ma ci sono anche alcuni passaggi da rosso ad arancione e viceversa. Nella fascia di colore più chiaro possono riaprire bar, ristoranti, cinema e teatri, sempre con il coprifuoco fissato alle 22. Le ordinanze entreranno in vigore a partire da lunedì prossimo, il 3 maggio.

Quali Regioni cambiano colore la prossima settimana

Tutte le Regioni in zona gialla ci rimarranno anche la prossima settimana, resta anche la Campania e non passa invece la Puglia, data per probabile fino all'ultimo. In zona arancione restano, infatti, per almeno un'altra settimana Basilicata, Calabria, Puglia e Sicilia. Brutte notizie per la Valle d'Aosta, che dalla zona arancione passa in zona rossa a causa dell'incidenza del contagio da Covid, ancora molto alta. Sospiro di sollievo, infine, per la Sardegna, che lascerà la zona rossa e tornerà in zona arancione, uscendo dal semilockdown.

Quali saranno i colori delle Regioni da lunedì 3 maggio

Da lunedì 3 maggio cambieranno nuovamente i colori delle Regioni: saranno tredici quelle in zona gialla, più le due Province autonome. Si tratta di Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Toscana, Umbria, Veneto e le Province autonome di Bolzano e Trento. In zona arancione, invece, saranno confermate Basilicata, Calabria, Puglia e Sicilia, con l'aggiunta della Sardegna che esce dalla fascia con le misure più restrittive. Infine in zona rossa ci sarà solo la Valle d'Aosta.