273 CONDIVISIONI
Coalizione Centrodestra
44%
56 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26%
5 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.6%
5 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.7%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
60375 sezioni su 60399
Ultimo aggiornamento: 12 minuti fa
Coalizione Centrodestra
43.8%
121 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26.1%
12 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.4%
10 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.8%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
61396 sezioni su 61417
Ultimo aggiornamento: 4 minuti fa
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia
31 Luglio 2022
09:53

Sondaggio, chi vince alle elezioni: alleanza Pd-M5s incomprensibile per quasi un italiano su due

Un’eventuale alleanza tra Pd e M5s per il voto del 25 settembre sarebbe poco comprensibile per la maggior parte degli italiani: il 34,3% degli intervistati esclude un’alleanza tra i due partiti.
A cura di Annalisa Cangemi
273 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia

Chi vincerà alle prossime elezioni politiche del 25 settembre? Per oltre otto italiani su dieci l'esito delle urne è scontato: a vincere sarà il centrodestra, che ha recentemente trovato l'accordo sulla premiership (vince chi ha più voti) e sui collegi.

Per il 44,3% degli intervistati il centrodestra avrà la maggioranza assoluta dei seggi e farà il nuovo governo, mentre per il 36,9% avrà più seggi ma non la maggioranza assoluta. Pochissimi credono nella vittoria del centrosinistra. Ne è convinto solo il 7,6% degli intervistati. È quanto emerge dal sondaggio settimanale realizzato da Termometro Politico tra il 26 e il 28 luglio. A meno di due mesi dalle elezioni, i due principali partiti, Fratelli d'Italia e Partito Democratico, vedono incrementare i propri consensi rispettivamente al 24,3% e al 23%. In ulteriore calo i consensi della Lega di Matteo Salvini, al 14,7%. Il M5S, che sta facendo i conti con nuove fuoriuscite – le ultime quelle di Davide Crippa e di Federico D'Incà è al 11,3%. Forza Italia, che insieme alla Lega ha contribuito alla caduta del governo Draghi, è al 7,2%. Cresce Azione/+Europa, che ha da poco accolto tra le sue fila le ministre Gelmini e Carfagna, è al 4,6%. Mentre Sinistra Italiana/Verdi, che si presenteranno insieme, restano stabili al 2,5%, davanti ad un'Italia Viva in flessione al 2,4% e a un'Italexit in calo al 2%. Italia Sovrana e Popolare è all'1,8%, seguono Unione Popolare (1,5%), Alternativa per l'Italia (1%) e Noi con l'Italia (0,7%).

Il segretario dei dem Enrico Letta ha parlato di "rottura irreversibile", Giuseppe Conte non ha escluso "un dialogo in futuro", ma non in questa campagna elettorale. A mettere però una pietra tombale su una possibile alleanza elettorale tra Pd e Movimento 5 Stelle è quasi un italiano su due. Secondo la rilevazione effettuata da Termometro Politico tra il 26 e il 28 luglio, il 34,3% degli italiani esclude un'alleanza tra i due partiti, perché le loro agende politiche sono incompatibili viste anche le posizioni assunte nei confronti del governo Draghi. Mentre un ulteriore 14,2% ritiene che i dem abbiano più punti in comune con il centro liberale che con i pentastellati. Appena il 14,2% scommette ancora su un'alleanza tra Pd e M5S mentre un terzo degli intervistati dichiara di non essere interessato alla questione.

273 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni