Lo spettro delle nuove elezioni si avvicina sempre più incombente sull’Italia e la possibilità di un ritorno al voto a luglio è concreta. La domanda che in molti si fanno è se una nuova tornata elettorale possa cambiare gli equilibri emersi il 4 marzo. Gli ultimi sondaggi mostrano alcuni segnali importanti: la crescita della Lega continua ininterrottamente, così come la crisi del Pd (che però perde pochi voti). Rimane, invece, sostanzialmente stabile il MoVimento 5 Stelle, nonostante un lieve calo rispetto al post-elezioni. A guadagnare più di tutti, quindi, sarebbe la coalizione di centrodestra, grazie al balzo in avanti del Carroccio. Ma i sondaggi effettuati da vari istituti non prendono ancora in considerazione gli sviluppi delle ultime ore e l’appello di Mattarella per un governo neutrale, né la volontà di Salvini e Di Maio di votare a luglio.

Tecnè: vola la Lega, centrodestra sopra il 40%

Secondo il sondaggio realizzato da Tecnè per Tgcom, il MoVimento rimarrebbe oggi il primo partito con il 32,1% dei voti. In lieve calo rispetto al 20 aprile (era al 33,5%) e rispetto alle elezioni del 4 marzo (prese il 32,7%). Continua a guadagnare consensi la Lega: oggi è al 22,3%, contro il 21,8% di aprile e il 17,4% delle elezioni. In discesa il Pd, al 17,7% (un punto in meno rispetto al 4 marzo) e Forza Italia, al 13%. Sostanzialmente stabili Fratelli d’Italia al 4% e Liberi e Uguali al 3%,

I dati Tecnè mostrano che il centrodestra sarebbe ora al 40,3% dei voti, tre punti in più rispetto a marzo. Mentre il centrosinistra crolla al 20% (contro il 22,8% delle elezioni). Nel sondaggio si analizza anche la distribuzione geografica del voto. Al Nord il centrodestra continua a guadagnare consensi, a scapito del M5s e soprattutto del centrosinistra. Stesso discorso al Centro e al Sud, con percentuali ancora più accentuate (pur rimanendo il Mezzogiorno ad appannaggio pentastellato).

Swg: Lega in ascesa, tiene il Pd e crolla Fi

Il sondaggio realizzato da Swg per La7 mostra come il dato del MoVimento 5 Stelle sia stabile rispetto alle elezioni: ora è al 32,3% (contro il 32,7% del 4 marzo). Sale nettamente la Lega, oggi al 24,4%. E cresce leggermente anche il Pd, al 19%. Crolla, invece, Forza Italia al 9,4%. Fratelli d’Italia si conferma stabile, con circa il 4,4% dei voti, mentre Liberi e Uguali si ferma al 3%. In discesa anche +Europa all’1,5%.