Pessima figura per il sindaco di Messina Cateno De Luca il primo cittadino ha infatti diffuso sul suo profilo Facebook il video che testimonia lo sgombero di due clochard davanti al Palacultura di Messina, operazione effettuata dalla Polizia municipale. De Luca ha commentato l'accaduto in toni entusiastici: "Palacultura: sgombero in corso dei nuovi padroni della struttura! Si inizia ad applicare l’ordinanza del Sindaco De Luca!", ha scritto ieri mattina sul suo profilo.

La soddisfazione sbandierata sui social da parte del sindaco della città sullo Stretto ha suscitato molte polemiche in rete."Cateno De Luca da Messina, uomo misero, altro sindaco/JohnWayne che si fa bello mentre sbeffeggia due ragazzi senza fissa dimora. Già costretti a dormire per strada, devono anche trovarsi di fronte #starotturadecojonideifascisti appena svegli. Solidarietà a loro", ha twittato l'organizzazione ‘Baobab Experience.

Sulla stessa scia la denuncia dei ‘Sentinelli del Salento': "Il sindaco di Messina, Cateno de Luca, invia i vigili urbani per ‘sgomberare' ben 2 extracomunitari che dormivano. Soddisfatto del gesto ha pubblicato il video su Facebook, ma (sorpresa) anziché ovazioni ha ricevuto una marea di critiche. Il vento sta cambiando".

"A quelli che si sono indignati, dico che siete degli ipocriti. L'alternativa c'è e si chiama ‘Casa di Vincenzo', una struttura di accoglienza che offre un ricovero notturno, snobbato da tali individui – ha detto De Luca – I clochard sono stati più volte redarguiti. Fanno parte di una vasta organizzazione che proviene da Catania".
Alle critiche ricevute dal consigliere comunale Alessandro Russo, che ha stigmatizzato l'ordinanza e lo scorso luglio ha fatto il lavavetri a un semaforo per manifestare il suo dissenso, De Luca ha replicato consigliandogli di "adottare un po' di questi soggetti, utilizzando la sua indennità di consigliere".