UPDATE: Alle 10 Silvio Berlusconi  è arrivato all’istituto Sacra Famiglia di Cesano Boscone, in provincia di Milano: a questa struttura è stato assegnato per l’affidamento in prova ai servizi sociali dopo la condanna Mediaset.

Chissà se lo ricorderà come si ricorda il primo giorno di scuola… Silvio Berlusconi stamattina inizia la sua attività di assistenza ai malati di Alzheimer presso la Fondazione Sacra Famiglia di Cesano Boscone, struttura alla quale è stato affidato dopo la condanna a quattro anni (dei quali tre coperti dall'indulto) nell'ambito del processo sulla compravendita dei diritti tv Mediaset. L'ex Presidente del Consiglio è atteso intorno alle 10: per 4 ore alla settimana e dieci mesi  presterà servizio agli anziani. Compito che, a detta dell'ex Cavaliere, verrà svolto con impegno e umiltà. "Domani comincerò questa presenza a Cesano Boscone con gli anziani malati di Alzheimer: vivo questa attesa – ha raccontato ieri l'ex primo ministro – con la certezza che saprò aiutare chi ha bisogno, sarà un arricchimento per me stesso come ho già avuto modo di vedere quando visitavo i malati accompagnando la mia mamma. Ho imparato da lei – ha proseguito l'ex Cav – ad aiutare chi ne ha bisogno".

Inevitabilmente l'arrivo di Berlusconi nella struttura di Cesano Buscone sarà un evento mediatico non indifferente, che non ha caso ha suscitato l'interesse di decine di giornalisti da tutto il mondo (da Al Jazeera al NY Times) che oggi assisteranno all'"evento". Gli ospiti della struttura si sono dovuti rivolgere a una società di sicurezza privata che vigilerà sulla privacy dei "comuni mortali" e nel contempo eviterà l'invasione dei media. Nei primi giorni Berlusconi sarà seguito da due donne: la responsabile della struttura Giuliana Mura e l'educatrice Maria Giovanna Sambiase. Le attività dell'ex premier  saranno "del tutto simili a quelle dei volontari" , hanno spiegato i responsabili della Casa Famiglia.

Nel frattempo nella giornata odierna è attesa la sentenza della Cassazione per Marcello Dell'Utri, ex vraccio destro di Berlusconi a Forza Italia accusato di concorso esterno in asociazione mafiosa. Alle 14 prenderà il via l'udienza: il processo all'ex senatore – latitante in Libano e ricoverato in una struttura sanitaria di Beirut, era stato rinviato lo scors 15 aprile dagli avvocati difensori Massimo Krogh e Giuseppe Di Peri, entrambi impossibilitati a prendere parte all'udienza in Cassazione per motivi di salute. Nei confronti di Dell'Utri pende una richiesta di estradizione da parte dell'Italia.