"Se portano in Parlamento dopo quattro mesi di chiacchiere un taglio delle tasse – Iva, Irpef, Imu, Ires – la Lega lo vota in un minuto. Noi siamo a favore di qualunque taglio di tasse". Lo ha annunciato ad Aria Pulita su 7 Gold il leader della Lega Matteo Salvini. "Qualunque cittadino, imprenditore, pensionato o partita Iva ti dice che in un momento di difficoltà bisogna quantomeno rinviare".

"Peccato che stiano litigando all'interno della maggioranza persino sul taglio delle tasse. Annunciano un terzo decreto, tutti gli altri ne hanno fatto uno solo: penso alla Germania che ha fatto un decreto da 130 miliardi, non si potrebbe fare tutto più concentrato?", ha aggiunto. "Se vanno avanti così, ingessando tutto, prima si vota meglio è", ha detto parlando della tenuta del governo.

Sulla questione tasse è intervenuto oggi il numero due di via XX Settembre, il viceministro Antonio Misiani, che ha detto che la priorità è il taglio delle tasse sul lavoro, mentre un taglio generalizzato delle aliquote Iva sarà difficile: "Sull'Iva siamo già intervenuti. Con il decreto Rilancio abbiamo cancellato per sempre gli aumenti previsti dalle famose clausole di salvaguardia, risparmiando agli italiani una stangata da 20 miliardi di euro nel 2021 e da 27 miliardi l'anno successivo", ha detto in un'intervista al Corriere della Sera. "Nessuna opzione va tolta dal tavolo. In autunno, quando discuteremo una riforma fiscale organica da inserire nella prossima legge di Bilancio, discuteremo di tutte le imposte, Iva compresa".

"Di sicuro dobbiamo alleggerire la spada di Damocle dei versamenti fiscali rinviati a settembre e approvare la legge delega che istituisce l'assegno unico per i figli. In prospettiva la priorità è a mio giudizio tagliare le tasse a chi lavora, a chi fa impresa e alle famiglie con figli a carico".

Il leader della Lega in collegamento telefonico con il programma tv, ha aggiunto: "Gli aiuti europei se va bene arrivano nella seconda metà dell'anno prossimo, come l'ambulanza che se stai male arriva tra sei mesi e il paziente potrebbe già aver salutato questa terra. Gli altri Paesi europei stanno usando fondi loro, perché se dovessero aspettare i fondi dell'Europa campa cavallo. Stiamo andando avanti senza l'Europa. Domanda: gli altri sono dei geni, dei maghi oppure fanno quello che dovremmo fare noi, cioè emettono Buoni del Tesoro? Questo si può fare oggi senza aspettare i soldi di nessuno",

"Perché dovrebbe esserci una seconda ondata" del coronavirus? "In Italia ormai tre quarti del Paese sono esenti da contagi e da ricoveri, gli italiani hanno dimostrato enorme buonsenso in questi mesi ma mi sembra che ormai siano tanti i medici che stanno dicendo che il virus adesso fortunatamente ha una diffusione e soprattutto una gravità nei nuovi casi assolutamente inferiore rispetto a qualche mese fa. Quindi è inutile continuare a terrorizzare le persone. In questo momento in Brasile e in altri Paesi il problema è enorme, possiamo dire che in Italia fortunatamente, anche se bisogna continuare ad essere prudenti e non esagerare, la situazione è sotto controllo?".

A proposito poi dei 28 migranti a bordo della nave-quarantena Moby Zazà, risultati positivi, ha detto: "Stiamo tenendo sotto i controlli l'Italia e gli italiani e ci mancano barchini e barconi. Quella nave è una follia come costo, come rischio e adesso abbiamo scoperto che è una follia anche dal punto di vista sanitario. Il fatto che siano triplicati gli sbarchi di immigrati solo via mare dall'anno scorso è una cosa che non mi dà pace".