"Ci siamo lasciati che ero ministro, ora non lo sono più, ma l'onore vale più di mille ministeri, lo dico a testa alta, non sono fatto per stare lì a scaldare la sedia. Voglio tornare al governo potendo fare le cose". Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, ospite di ‘Dritto e Rovescio' su Rete 4. "Pensavo che al M5S fossero diversi, volevano andare contro la casta – ha attaccato Salvini – stanno facendo peggio dei politici di 30 anni fa, si sono messi lingua in bocca con Renzi per salvare la poltrona".

"Mi hanno fregato? No, penso solo che in un paese normale se un governo non funziona più si riva al voto. Rifarei tutto quello che ho fatto anche se stiamo assistendo a scene orrende sulle poltrone. Quando il leader del Pd dice che tutte le navi delle Ong devono sbarcare commette un crimine e io mi opporrò in ogni maniera".

"Non mi sono mai montato la testa, perché vado a fare la spesa, vado in tintoria, prendo il taxi, la gente la incontro tutti i giorni. Se avessi voluto fare una vita tranquilla avrei continuato a fare il ministro dell'Interno, anche se di sicuro non mi avrebbero più fatto fare nulla. Invece ho chiesto le elezioni. Ormai è chiaro che questo governo è nato per impedire alla Lega di governare". L'ex titolare del Viminale Matteo Salvini replica così alle dichiarazioni di Alessandro Di Battista, secondo cui il segretario della Lega non ha saputo mantenere "i piedi per terra, ancorati alla realtà, rischi di montarti la testa e, secondo me, si è montato la testa ed ha preso una craniata".

"Possono scappare dalle urne, ma non all'infinito. Io non mollo. Quanto vuoi che durino? È vero che lo scotch della poltrona li tiene incollati. Ma nel frattempo noi cercheremo di limitare i danni", ha aggiunto.

Paolo Del Debbio gli ha domandato quale sia la sua opinione del presidente del Consiglio: "Conte era una persona diversa quando lavoravamo insieme. Ho scoperto durante il suo intervento in Senato che aveva una doppia faccia che non avevo mai capito. Ma invece mi sembra che la poltrona abbia dato alla testa a lui".

Durante il suo intervento in diretta tv l'ex vicepremier ha un fastidio all'occhio sinistra, che lacrima vistosamente. Prima di apparire in tv lancia un avviso ai suoi follower: "Per combattere l’orzaiolo la mia nonnina mi faceva impacchi di camomilla e a volte mi faceva pure guardare nella bottiglia dell’olio. E funzionava!!!".