415 CONDIVISIONI
Speciale Europa
18 Gennaio 2022
11:35

Roberta Metsola è la nuova presidente del Parlamento europeo: “Sassoli un combattente, lo onorerò”

Roberta Metsola (Ppe) è la nuova presidente del Parlamento Europeo. La politica maltese è stata eletta alla prima votazione poco fa a Strasburgo.
A cura di Annalisa Cangemi
415 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Speciale Europa

Roberta Metsola (Ppe) è stata appena eletta presidente del Parlamento europeo. Un lungo applauso dell'emiciclo ha accolto l'annuncio della sua elezione. Metsola ha ottenuto 113 voti in più rispetto al suo predecessore Sassoli, deceduto la scorsa settimana, che fu eletto al secondo turno.

A favore della maltese hanno annunciato il proprio voto favorevole la Lega e il gruppo Ecr. Metsola diventa presidente dell'Europarlamento nel giorno del suo compleanno: la politica maltese, membra del Partito Nazionalista dell'isola-Stato, è nata il 18 gennaio 1979. È la più giovane presidente dell'Assemblea di Strasburgo e la terza donna nella storia del Parlamento europeo.

"Essere la prima donna presidente del Parlamento dal 1999 è importante all'interno e all'esterno della nostra Istituzione", ha dichiarato . "Un'Istituzione che è impegnata per più diversità, uguaglianza di genere, la garanzia dei diritti delle donne e di tutti i diritti che vanno riaffermati", ha aggiunto.

Se molti continueranno "a guardare alla nostra istituzione, altri continueranno a testarne i limiti. Dobbiamo combattere contro la narrativa antieuropea che prende piede così facilmente. Nazionalismo, autoritarismo sono false soluzioni che non offrono soluzioni". Sono queste le prime parole che la neoeletta presidente ha pronunciato in aula a Strasburgo. Il suo compito sarà di "unire le persone", continua, proseguendo l'opera dei "padri fondatori, che ci hanno portato dalle ceneri dell'Olocausto alla pace e alla prosperità. Questo Parlamento conta. Quelli che tentano di distruggere l'Europa sappiano che questo Parlamento" è un'istituzione con cui dovranno fare i conti.

"David Sassoli era un combattente per l'Europa. Credeva nel potere dell'Europa di forgiare un nuovo percorso in questo mondo, grazie David", ha detto ancora parlando in italiano nel suo discorso di insediamento. "Onorerò la memoria di Davide battendomi per l'Europa", ha detto ancora.

Le reazioni

"Le più calorose congratulazioni a Roberta Metsola per l'elezione a presidente del Parlamento europeo", ha scritto in un tweet la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. "In quanto terza donna a capo di questa nobile Camera, il tuo duro lavoro e la tua determinazione sono fonte di ispirazione per tutti noi. Lavoreremo a stretto contatto per la ripresa dell'Ue e un futuro europeo verde, digitale e luminoso".

"Il Parlamento europeo è il cuore pulsante della nostra democrazia europea", ha scritto il presidente del Consiglio europeo Charles Michel facendo le congratulazioni a Roberta Metsola, e auspicando di "cooperare con te, cara Roberta", si legge su Twitter.

Il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi ha espresso le congratulazioni alla nuova presidente del Parlamento europeo:"L'abbiamo sostenuta con convinzione sin dal principio perché è una grande amica dell'Italia prima ancora di una autorevole esponente del Partito popolare europeo. Nel discorso di presentazione della candidatura ha centrato perfettamente quelle che saranno le prossime sfide dell'Unione: crescita economica, riforme e controllo delle migrazioni. Auguri di buon lavoro", ha detto il Cavaliere, che ha partecipato da remoto alla sessione del Parlamento europeo che ha eletto la nuova presidente.

415 CONDIVISIONI
170 contenuti su questa storia
In Italia la situazione della libertà di stampa è "problematica", dice il Parlamento europeo
In Italia la situazione della libertà di stampa è "problematica", dice il Parlamento europeo
Dopo la Conferenza sul futuro d'Europa il Parlamento Ue lavora per cambiare i trattati
Dopo la Conferenza sul futuro d'Europa il Parlamento Ue lavora per cambiare i trattati
Vietato vendere auto a benzina o diesel dal 2035: primo ok del Parlamento Europeo
Vietato vendere auto a benzina o diesel dal 2035: primo ok del Parlamento Europeo
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni