AGGIORNAMENTO: La nave Ocean Viking dell'ong Sos Mediterrannee è arrivata nel primo pomeriggio di oggi al porto sicuro che le era stato assegnato, quello di Augusta, in provincia di Siruacusa. A bordo del natante c'erano 116 migranti, tra cui donne e bambini, soccorsi nei giorni scorsi in diverse operazioni al largo della Libia. L'imbarcazione era in attesa di fronte alle coste siciliane, dopo diversi giorni in balia di onde alte e di un forte vento. Tutti i naufraghi sono sbarcati ad Augusta. Tutti i sopravvissuti, compresi 51 minori non accompagnati, sono stati sottoposti a test anti Covid-19 dalle autorità sanitarie italiane, e sei persone sono risultate positive ai test rapidi.

L'assegnazione del porto di Augusta è arrivata dopo giorni trascorsi in balia del maltempo e dopo cinque richieste, rimaste inascoltate. Alla notizia dell'ok allo sbarco l'ong ha commentato così su Twitter: "Sollievo a bordo di Ocean Viking dopo diversi giorni di maltempo. Le autorità italiane hanno assegnato alla nave il porto di Augusta per lo sbarco dei 116 naufraghi. Ci aspettiamo di arrivare al largo di Augusta per fine mattinata". I migranti erano stati recuperati in mare tra il 18 e il 20 marzo.

Il sottosegretario all'Interno, il leghista Nicola Molteni, ha chiesto che i migranti arrivati in Sicilia siano accolti da altri Paesi europei: "L'Europa si faccia carico dell'ennesima ong che sta facendo rotta verso il porto di Augusta con 116 migranti a bordo. È necessario un equilibrio ragionevole tra responsabilità e solidarietà. La Ocean Viking di Sos Medirerranee, nave con bandiera norvegese, ong franco tedesca, salpata dal porto di Marsiglia è intervenuta in Area Sar libica nei giorni scorsi e ora non può essere solo un dossier italiano".