Bufera sul presidente della commissione parlamentare Antimafia, Nicola Morra, dopo le sue parole sull’ex presidente della Regione Calabria, Jole Santelli, deceduta nelle scorse settimane a meno di un anno dalla sua elezione. Tutto il centrodestra chiede immediatamente le dimissioni di Morra dalla presidenza della commissione, a partire da Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Antonio Tajani. Il leader della Lega definisce quelle di Morra come “parole vomitevoli”, mentre per il vicepresidente di Forza Italia le dichiarazioni dell'esponente del Movimento 5 Stelle sono “indegne e rappresentano un'offesa per tutti i malati oncologici”.

Le parole di Morra su Santelli

Morra è intervenuto a Radio Capital, commentando l’arresto di Domenico Tallini, presidente del Consiglio regionale calabrese. E parlando poi dell’elezione di Jole Santelli alla presidenza della Regione, avvenuta a gennaio: “Sarò politicamente scorretto, era noto a tutti che la presidente della Regiona Calabria Santelli fosse una grave malata oncologica. Umanamente ho sempre rispettato la defunta Jole Santelli, ma politicamente c'era un abisso. Se però ai calabresi questo è piaciuto, questa è la democrazia, ognuno deve essere responsabile delle proprie scelte: hai sbagliato, nessuno ti deve aiutare, perché sei grande e grosso”.

Salvini, Meloni e Tajani chiedono le dimissioni di Morra

Durissime le repliche del centrodestra alle parole di Morra sull’ex presidente della Regione Calabria. Su Facebook Matteo Salvini riporta le parole del presidente della commissione Antimafia e commenta: “Parole vomitevoli. Chiedo le immediate dimissioni di questo deficiente. Sbaglio? Un pensiero per la cara Jole Santelli”. Dimissioni richieste anche da Giorgia Meloni: “Questo signore, oltre che essere un parlamentare della Repubblica italiana è anche presidente della commissione parlamentare Antimafia. Indegno, dimettiti”. All’attacco anche Antonio Tajani: “Le parole del presidente della commissione parlamentare Antimafia Nicola Morra su Jole Santelli sono indegne. E rappresentano un'offesa per tutti i malati oncologici. Non gli restano che le dimissioni”. Morra si è poi difeso con un post su Facebook, scrivendo: "Salvini ed altri esponenti del centrodestra chiedono le mie dimissioni facendo un truffaldino taglia e cuci di mie dichiarazioni, strumentalizzandole".