1.040 CONDIVISIONI
7 Dicembre 2022
09:30

Minacce a Giorgia Meloni sui social: “Se togli il reddito di cittadinanza ammazzo te e tua figlia”

Fratelli d’Italia ha raccolto le minacce che un utente ha scritto sui social contro la presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, e la figlia di appena sei anni: “Se togli il reddito di cittadinanza ammazzo te e tua figlia”.
A cura di Annalisa Girardi
1.040 CONDIVISIONI

Sono gravissime le minacce a Giorgia Meloni apparse sui social. Il profilo Twitter di Fratelli d'Italia ha raccolto una serie di post violenti, sessisti, pieni di minacce di morte contro la presidente del Consiglio e la figlia, scritti tutti da uno stesso utente: "Se togli il reddito di cittadinanza ammazzo te e tua figlia", "Ci vuole la morte di lei e sua figlia", "Veramente, attenta! Finiscila con sta cosa di togliere il reddito di cittadinanza, senno ti ammazzo lo capisci?". Sono solo alcune delle frasi pubblicate su Twitter, minacce a Meloni e alla figlia di sei anni: l'account che le ha scritte risulta ora sospeso. È stato segnalato alla Polizia postale.

"Indegne minacce apparse sui social contro Giorgia Meloni e sua figlia. Avanti presidente, siamo al tuo fianco", ha scritto il profilo di Fratelli d'Italia. Tanta la solidarietà dai membri del partito.

"Vicinanza e solidarietà per le gravissime minacce indirizzate via social a lei e alla sua famiglia da presunti percettori di reddito di cittadinanza. Questo episodio inqualificabile è il prodotto del clima di odio fomentato dalla narrazione falsa di chi sul disagio sociale cerca di lucrare facili consensi. Violenze e minacce non fermeranno una donna coraggiosa come lei, impegnata a risollevare l'Italia dopo anni di pessimi governi", ha commentato Giovanbattista Fazzolari, sottosegretario all'Attuazione del programma di governo, puntando quindi il dito contro un presunto clima di odio che l'opposizione starebbe fomentando per contrastare la linea del governo sul reddito di cittadinanza.

"Fomentare rabbia sociale per raccattare qualche voto è pericoloso. Spero che Giuseppe Conte ci pensi un minuto e condanni senza esitazione questi violenti", scrive Giovanni Donzelli sui social, chiamando in causa direttamente il leader del Movimento Cinque Stelle.

Anche il coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani, ha espresso la sua solidarietà alla presidente del Consiglio: "Un abbraccio a Giorgia Meloni e a sua figlia per le gravi minacce subite. Parole intrise di odio molto preoccupanti. Se qualcuno pensa di condizionare l'azione di questo governo con la violenza si sbaglia di grosso. Mi auguro una condanna trasversale verso l'accaduto", ha scritto su Twitter.

1.040 CONDIVISIONI
Reddito di cittadinanza, 45enne indagato per minacce di morte a Giorgia Meloni e alla figlia Ginevra
Reddito di cittadinanza, 45enne indagato per minacce di morte a Giorgia Meloni e alla figlia Ginevra
Che fine ha fatto la riforma del reddito di cittadinanza promessa da Giorgia Meloni
Che fine ha fatto la riforma del reddito di cittadinanza promessa da Giorgia Meloni
Conte attacca il governo Meloni:
Conte attacca il governo Meloni: "In Italia ci sono paghe da fame, rischiamo l'emergenza sociale"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni