Nuovo intervento di una nave delle ong. Open Arms, l'organizzazione spagnola, ha soccorso all'alba una barca alla deriva a rischio naufragio con 73 persone a bordo: 69 uomini, 4 donne, 2 bimbi di 4 e 3 anni e 24 minori che viaggiavano soli. La notizia è stata divulgata dalla stessa Open Arms su Twitter. I volontari hanno riscontrato "casi di shock traumatico, ustioni di 2 e 3 grado, ferite da armi da fuoco, ipotermia grave, disidratazione".

A quanto si apprende la barca stava imbarcando acqua quando è arrivato il natante di Open Arms. "Ieri pomeriggio, siamo stati chiamati da circa 70 persone in difficoltà che erano fuggite da Zawiya, Libia, in barca. Abbiamo informato le autorità e Open Arms. Durante la notte, l'equipaggio di Open Arms ha trovato e salvato le persone. Siamo molto sollevati!", ha commentato su Twitter Alarm Phone, il call center per i migranti.

Sul profilo Twitter di Emergency si legge che sulla nave ci sono molti minori, che stavano viaggiando da soli: "Gabriella e Ahmed, infermiera e mediatore culturale di Emergency, sono su Open Arms per garantire assistenza post-salvataggio ai Migranti", si legge nel tweet.