963 CONDIVISIONI
Covid 19
23 Febbraio 2022
21:21

Meloni chiede eliminazione Green Pass dal 1 aprile: “Senza emergenza non si può impedire il lavoro”

Dopo l’annuncio del premier Draghi sulla fine dello stato d’emergenza e del sistema dei colori, Giorgia Meloni chiede al governo di cancellare anche il Green Pass.
A cura di Annalisa Cangemi
963 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Dopo l'annuncio del presidente del Consiglio Mario Draghi dell'eliminazione dello stato d'emergenza, che non sarà prorogato oltre il termine previsto del 31 marzo, la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni chiede al governo di togliere anche il Green Pass. Per tutti i cittadini over 50 dallo scorso 15 febbraio è necessario avere un certificato verde rafforzato, nei luoghi di lavoro pubblici e privati.

In un intervento a Sky Tg24 la presidente di Fdi ha detto: "Io do per scontato che non si possa prorogare lo stato d'emergenza. Per la verità non si doveva prorogare da prima. Dopodiché non capisco come si possa non prorogare lo stato di emergenza e mantenere una misura come il ‘green pass', fortemente impattante, che lede diritti costituzionali come quello al lavoro, la libertà. Si può fare in una fase emergenziale non in una fase di normalità".

Insomma, "non capisco come il presidente del Consiglio possa dire che termina lo stato di emergenza e che si vuole mandare avanti una misura come il green pass. Se non c'è più l'emergenza non c'è bisogno di dire alla gente che non ha il diritto di lavorare. In una repubblica democratica fondata sul lavoro è una misura molto forte. Questo governo continua a fare delle cose che dal mio punto di vista non hanno tantissimo senso". 

Cosa ha detto Draghi sul Green Pass

Il governo intanto ha stabilito un calendario di riaperture, che comporta da aprile il superamento del sistema delle fasce colorate, l'eliminazione delle quarantene da contatto a scuola, con la conseguente cancellazione della distinzione tra vaccinati e non vaccinati in classe, e la progressiva rimozione degli obblighi che riguardano appunto la certificazione verde, che non sarà però tolta a stretto giro, ovunque. "Metteremo gradualmente fine all'obbligo di utilizzo del certificato verde rafforzato, a partire dalle attività all'aperto, tra cui fiere, sport, feste e spettacoli", sono state le esatte parole del premier, pronunciate a Firenze.

Cosa ha detto Giorgia Meloni sulle sanzioni contro Mosca

Meloni ha commentato anche le sanzioni che Europa e Stati Uniti hanno stabilito per colpire la Russia, a seguito dell'escalation nella crisi ucraina: "Io non ho detto che le sanzioni non vadano bene. La comunità internazionale non dispone di moltissimi strumenti in questo momento. Ho detto che devono essere efficaci. In passato le sanzioni adottate a seguito della vicenda della Crimea non hanno sortito un grandissimo effetto. Le sanzioni vanno bene se colpiscono più quelli che devono colpire che noi stessi. In passato mi pare sia andato così", ha precisato Meloni.

"Immagino che la comunità internazionale si renda conto di quanto sia delicata la situazione e quindi avrà adottato delle sanzioni efficaci – aggiunge –. Io guardo sempre le vicende anche sul piano dell’interesse nazionale, che in questo caso è sicuramente evitare l’escalation che colpirebbe in maniera fortissima noi europei e italiani, e poi guardando con un occhio alla situazione economica italiana che è già abbastanza compromessa. Quindi bisogna cercare il più possibile, nell’ambito delle decisioni che vengono prese, di difendere i nostri interessi nazionali".

963 CONDIVISIONI
31642 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni