944 CONDIVISIONI
Covid 19
15 Giugno 2022
21:45

Mascherine, fine obbligo: Speranza firma ordinanza che proroga l’uso per ospedali, Rsa e trasporti

Il ministro della Salute Speranza ha firmato l’ordinanza ponte che proroga fino al 30 settembre l’obbligo di mascherina nelle strutture sanitarie, nelle Rsa e nel trasporto pubblico, con l’unica eccezione per quello aereo.
A cura di Annalisa Cangemi
944 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Il ministro della Salute Speranza ha firmato l'ordinanza ponte, in vista dell'entrata in vigore del decreto, con cui viene prorogato l'uso delle mascherine nelle strutture sanitarie, nelle Rsa e nel trasporto pubblico, con l'unica eccezione degli aerei. Decade l'obbligatorietà dell'uso delle mascherine per gli esami di stato, quindi gli studenti non dovranno indossare il dispositivo durante le prove.

La misura dunque scade oggi, 15 giugno, e da domani i dispositivi di protezione anti Covid non saranno più necessari per treni, autobus o metropolitane. Per quanto riguarda le mascherine a bordo degli aerei la Lega aveva chiesto oggi in Cdm qualche riflessione in più. Anche per i parlamentari decade l'obbligo di utilizzare le mascherine alla Camera e al Senato. In Chiesa, secondo quanto stabilito dalla Cei, la mascherina sarà solo raccomandata, mentre torna la possibilità di utilizzare le acquasantiere.

Dove saranno ancora obbligatorie le mascherine fino al 30 settembre

Alla riunione del governo di oggi, attraverso l'approvazione di un decreto legge, è stata stabilita dunque la proroga fino al 30 settembre prossimo dell'obbligo di utilizzare le mascherine Ffp2 nelle Rsa e nelle strutture sanitarie, oltre che sui mezzi pubblici di trasporto (esclusi gli aerei). Da domani le mascherine saranno invece raccomandate ma non più obbligatorie per gli spettacoli e nella manifestazioni sportive al chiuso, e a scuola per gli esami di maturità.

"Avevo chiesto a Draghi di fare tutto quello che fanno i Paesi europei: il 90% ha tenuto la mascherina solo per ospedali e case riposo, ma per tram, autobus, metro, con 40 gradi non c'è nessun senso medico di tenerle. Quindi siamo soddisfatti, perché tra l'altro abbiamo salvato un milione di studenti alle prese con gli esami", ha commentato Matteo Salvini, a Porta a porta.

In attesa della pubblicazione del decreto sulla Gazzetta ufficiale, a renderne effettive da subito le norme è stata quindi firmata un'ordinanza ponte del ministro della Salute. Il decreto dunque aggiorna le disposizioni contenute nel cosiddetto Dl Riaperture, approvato dalle Camere a maggio: in quel provvedimento, l'obbligo di indossare le mascherine Ffp2 veniva prolungato fino alla data di oggi per i mezzi di trasporto, come autobus, tram o metropolitane, mentre era scaduto il 30 aprile l'obbligo per l'accesso a mezzi quali funivie, cabinovie e seggiovie.

Il decreto confermava anche l'obbligo di indossare i dispositivi di tipo Ffp2 fino al 15 giugno per cinema teatri e manifestazioni sportive al chiuso, mentre per gli eventi all'aperto l'obbligo era stato già eliminato da maggio. Le mascherine continuavano a essere richieste per lavoratori, utenti e visitatori delle strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali, incluse le strutture di ospitalità e lungodegenza, le residenze sanitarie assistite (Rsa), gli hospice, le strutture riabilitative, le strutture residenziali per anziani. Questa misura è stata prorogata fino al 30 settembre.

944 CONDIVISIONI
31613 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni