Manovra economica 2022
21 Dicembre 2021
16:05

Manovra, rinvio cartelle esattoriali: fino a 6 mesi per effettuare il pagamento

Rinvio pagamento cartelle esattoriali a 180 giorni, invece degli ordinari 60 giorni: lo prevede un emendamento alla manovra, riformulato e approvato dalla commissione Bilancio del Senato.
A cura di Annalisa Cangemi
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Manovra economica 2022

La commissione Bilancio del Senato ha appena terminato l'esame della manovra, approvando gli emendamenti, e ha dato mandato ai relatori. Il testo è atteso adesso nell'Aula di Palazzo Madama per la discussione generale. Tra gli emendamenti approvati in commissione c'è l'innalzamento da 5mila a 10mila euro nel 2022 del tetto di spesa per il bonus mobili, la proroga per tre mesi dell'esenzione Tosap/Cosap per esercenti e ambulanti, la riduzione da 36 a 32 anni di contributi per l'Ape social per edili e ceramisti, e il rinvio a 180 giorni del termine per il pagamento delle cartelle esattoriali notificate nel primo trimestre 2022.

Per pagare le cartelle notificate dal 1 gennaio al 31 marzo del 2022 quindi ci sarà più tempo, fino a 180 giorni, invece degli ordinari 60 giorni, per pagare, senza interessi di mora, le cartelle notificate dal primo gennaio al 31 marzo 2022.  "Stiamo depositando l'emendamento per la proroga dei termini del pagamento delle cartelle notificate dal primo gennaio al 31 marzo 2022 per 180 giorni", ha annunciato questa mattina il sottosegretario all'Economia, Federico Freni, a margine dei lavori della commissione Bilancio del Senato.

Come si legge nella relazione tecnica, l'intervento non determina oneri per la finanza pubblica perché "a pari del termine ordinariamente previsto di 60 giorni dalla notifica, il nuovo termine di 180 giorni ricade comunque nell'anno 2022". 

Forza Italia rivendica il risultato ottenuto. "Ci siamo battuti e lo abbiamo ottenuto. Passa al Senato l'emendamento per il rinvio delle cartelle esattoriali. Si avranno 6 mesi per pagare cartelle notificate entro marzo 2022, senza sanzioni e interessi di mora. Una vittoria politica di Forza Italia di cui sono orgoglioso". Lo scrive su Twitter Antonio Tajani, coordinatore nazionale del partito.

"Il rinvio delle cartelle esattoriali è innanzitutto un'ottima notizia per i contribuenti, ma anche un'importantissima vittoria di Forza Italia. Siamo riusciti a far passare il principio per il quale, anche per sostenere la ripresa, non è il momento di chiedere soldi agli italiani, ma di darli", ha scritto sul suo profilo Twitter Licia Ronzulli, vicepresidente del gruppo Fi al Senato.

Il rinvio delle cartelle esattoriali "è un'ottima notizia per i contribuenti in difficoltà. Forza Italia ha fortemente promosso e sostenuto questa iniziativa perche' siamo convinti che vada respinta l'idea di uno Stato-esattore, sempre pronto a riscuotere a prescindere dalle contingenze. E questo vale ancora di piu' in un momento di grande sofferenza per il Paese", ha dichiarato il deputato di Forza Italia Andrea Mandelli.

27 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni