Dopo il decreto riaperture, che ha previsto la ripartenza per molte attività economiche, la riunione della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha ribadito alcune linee guida, a partire da quelle riguardanti i servizi alla persona. Le regole per acconciatori (quindi barbieri e parrucchieri), estetisti e tatuatori in ottica anti-contagio da Covid-19 non cambiano. Vengono di fatto confermate le norme che vengono già attuate in tutta Italia per l’apertura di queste attività, a partire dagli ingressi su prenotazione, le distanze tra le postazioni, l’utilizzo della mascherina e la presenza del gel igienizzante all’interno dei locali.

Le regole per barbieri, parrucchieri e centri estetici

Per tutte le attività relative ai servizi alla persona si prevede l’accesso dei clienti solo su prenotazione, con l’obbligo di mantenere l’elenco dei clienti per 14 giorni. Viene consentita la possibilità di rilevare la temperatura dei clienti all’ingresso e si prevede un numero limitato di persone all’interno in base alla capienza, con una riorganizzazione degli spazi che consenta di avere almeno un metro di separazione tra le postazioni di lavoro e tra i clienti. Tra le postazioni devono esserci, se possibile, barriere fisiche. Nel locale devono essere presenti prodotti igienizzanti per le mani ed è consentito l’uso di riviste che possono essere consultate solamente dopo aver igienizzato le mani.

Nel caso in cui tra l’operatore e il cliente ci sia una distanza inferiore a un metro è obbligatorio indossare la mascherina, compatibilmente con il servizio specifico (come, per esempio, quando si fa la barba ed è necessario toglierla). Viene prevista la disinfezione delle postazioni di lavoro ed è obbligatorio mantenere aperte porte e finestre, compatibilmente con le condizioni meteo, per favorire il ricambio d’aria. Per quanto riguarda gli impianti di condizionamento è necessario escludere la funzione del ricircolo dell’aria. Per quanto riguarda la cassa, è possibile installare barriere fisiche come gli schermi, altrimenti è obbligatorio indossare la mascherina e utilizzare il gel per le mani, favorendo le modalità di pagamento elettroniche.

Le regole specifiche per estetisti, tatuatori e centri massaggi

Le linee guida prevedono regole specifiche per i servizi di estetica e i tatuatori: viene previsto l’obbligo di indossare la visiera protettiva e le mascherine almeno Ffp2 senza valvola. Obbligatoria anche la frequente igiene delle mani e l’utilizzo di camici o grembiuli monouso per gli estetisti. Per i centri massaggi e abbronzatura, si prevedono almeno due metri di distanza nelle aree spogliatoi e docce. I massaggi possono essere effettuati senza guanti, ma seguendo alcune specifiche raccomandazioni. Durante il massaggio il cliente deve indossare la mascherina. Infine, per quanto riguarda i lettini, la struttura deve fornire al cliente tutto l’occorrente per usufruire del servizio.