Il durissimo sfogo di Beppe Grillo in merito alla vicenda di cronaca che vede protagonista il figlio Ciro, ha scatenato reazioni molto diverse nel panorama politico italiano. C'è chi lo attacca e chi lo difende per aver preso le difese del giovane, accusato di stupro di gruppo. Questa mattina il comico genovese ha pubblicato un breve video sui suoi canali, in cui sostiene che il figlio è innocente e chiede di essere arrestato lui al suo posto. Tanti sono scesi in campo per difendere Grillo: "Sei un papà e ti capisco – scrive Alessandro Di Battista in risposta al suo post – Spero che tutto si possa chiarire e alla svelta". Gli fa eco la senatrice del Movimento 5 Stelle Paola Taverna: "Ciò che prova Beppe a livello umano posso solo immaginarlo, e da mamma gli sono vicina – scrive su Twitter – La Magistratura è al lavoro, perciò auspico che giornali e talk show lascino che questa vicenda si risolva, come giusto che sia, in tribunale". Solidarietà espressa anche da altri esponenti del Movimento 5 Stelle, di cui Grillo è fondatore e garante.

Le reazioni politiche al di fuori del Movimento sono state diverse. Teresa Bellanova, renziana viceministra ai Trasporti, commenta: "Io rispetto il bisogno di protezione di un padre verso un figlio – scrive su Facebook – Ma un padre dovrebbe rispettare anche il dolore di una donna che potrebbe essere sua figlia e che denuncia uno stupro". E chiede di rispettare l'attesa della sentenza definitiva "in silenzio". Durissima la reazione di Maria Elena Boschi, capogruppo alla Camera di Italia Viva: "Non sta a me dire chi ha torto o ha ragione, perché quello tocca ai magistrati, ma che Beppe Grillo usi il suo potere mediatico e politico per assolvere il figlio è scandaloso", attacca Boschi in un video postato sui suoi social. Le sue parole sono "piene di maschilismo" quando dice che "la ragazza che ha denunciato il figlio per stupro sostanzialmente è una bugiarda perché ci ha messo otto giorni a denunciare, fa un torto a tutte le donne vittime di violenza". La deputata chiede al Movimento 5 Stelle di prendere le distanze e poi ricorda: "Grillo si lamenta di un clima schifoso? Di un attacco alla sua famiglia? Ma vi ricordate cosa ha fatto a me, a mio padre e alla mia famiglia?". Attacca anche la Lega di Salvini, che twitta: "Da Grillo garantismo a giorni alterni. Il sabato Salvini è colpevole, il lunedì suo figlio è innocente".