Il Green Deal europeo, il piano di investimenti per l'economia verde della Commissione europea, e il Just Transition Mechanism sono "un'opportunità storica" secondo Giuseppe Conte. Bruxelles prevede di destinare un quarto del proprio bilancio alla lotta contro il cambiamento climatico, e per il presidente del Consiglio questo non è che "un importante passo avanti verso un'Europa verde e una transizione industriale socialmente giusta". Conte si è quindi complimentato con la presidente della Commissione, Ursula von der Leyen, apprezzandone gli obiettivi e assicurando che "l'Italia coglierà questa storica opportunità di crescita e lavoro, soprattutto per i giovani".

Che cos'è il Green Deal europeo

Il programma della Commissione è quello di "mobilitare almeno mille miliardi di investimenti sostenibili nel prossimo decennio": lo ha riferito il vicepresidente Valdis Dombrovskis all'Europarlamento. "Il bilancio Ue aggiungerà fino a circa la metà della cifra e utilizzerà anche la leva finanziaria", ha poi continuando, asserendo che circa 279 miliardi di fondi pubblici e privati saranno destinati a investimenti favorevoli all'ambiente e altri 114 miliardi per i "progetti verdi" arriveranno invece dal cofinanziamento nazionale. "Il Just Transition Mechanism mira a raggiungere i 100 miliardi nel prossimo bilancio pluriennale dell'Ue. Oltre al bilancio Ue, attingeremo anche ai fondi per l'innovazione e la modernizzazione dello schema di trading delle emissioni", ha concluso Dombrovskis.

Il primo vicepresidente della Commissione, Frans Timmermans, ha specificato che questo sarebbe solo l'inizio: "Inoltre la Banca Europea per gli Investimenti mira ad aumentare la quota di finanziamento sostenibile dal 25% al 50% entro il 2025. In più metteremo chiare condizioni per consentire alle autorità pubbliche e ai privati di investire in modo sostenibile: regole chiare sono un forte incentivo".

Le risorse all'Italia, anche per l'Ilva

Su 7,5 miliardi di fondi nuovi stanziati per il Just Transition Fund annunciato ieri, all'Italia spetterebbero circa un centinaio di milioni. Lo annuncia il commissario europeo all'Economia, Paolo Gentiloni, aggiungendo che queste risorse serviranno "certamente" anche per lo stabilimento dell'ex Ilva di Taranto. "La Puglia in particolare la zona di Taranto, è una tipica dimostrazione di un'area in cui una transizione a energie che usano meno intensamente il carbone è necessaria. Il che non vuol dire naturalmente che i problemi dell'Ilva saranno risolti dal Just Transition Fund", ha rimarcato l'ex presidente del Consiglio.

Il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, si è detto soddisfatto delle risorse stanziate: "Mi sembra che si siano fatti passi avanti e che alcuni meccanismi possano consentire ai nostri Paesi di attingere ad un fondo sufficientemente forte". Definendo il Green Deal la "scommessa di un nuovo modello di sviluppo europeo", Sassoli ha annunciato "cinquanta provvedimenti legislativi nei prossimi due anni".

Commenti positivi anche da parte del ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, che ha sottolineato come la manovra economica varata dall'Italia si inserisca proprio in questo quadro, rivendicando per sé un posto in prima fila: "In 10 anni 1.000 miliardi di investimenti verdi. Con il Green New Deal Ue impegno senza precedenti per la transizione ecologica, verso un'Europa sostenibile e innovativa. Con la manovra 2020 l'Italia ha posto le basi per giocare questa partita da protagonista".