"Senza pregiudizi abbiamo atteso di vedere la squadra di governo, ma siamo molto delusi. Questo non è un governo dei migliori. È un governo più di destra che rischia di portare indietro l'orologio del Paese": a dirlo è il segretario nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni, dopo aver ottenuto il parere favorevole dell'assemblea nazionale del partito di non sostenere il neo governo guidato da Mario Draghi. Esecutivo a cui partecipano diverse forze politiche, tra cui anche la Lega e Forza Italia.

"Oggi più che mai dobbiamo proteggere chi è più debole dentro questa crisi: per farlo continueremo a batterci, in Parlamento e fuori, rilanciando l'alleanza con il Partito democratico e con il Movimento Cinque Stelle. Non condividiamo la scelta di sostenere questo governo ma continueremo a lavorare per una coalizione che dia un'alternativa al Paese", continua Fratoianni in un video pubblicato sui suoi canali social.

Sono 122 gli esponenti di Sinistra italiana che hanno votato a favore, nell'assemblea riunita online oggi, della proposta di non accordare la fiducia al governo Draghi. Invece sono stati 16 i voti contrari e 4 gli astenuti. "L’assemblea nazionale di Sinistra Italiana approva la relazione e le conclusioni del segretario. Su questa base propone ai propri parlamentari di votare contro la fiducia al governo Draghi", ha scritto SI in una nota.

"Sinistra Italiana vota No. È ufficiale. L’assemblea nazionale ha deciso di votare contro la fiducia al governo Draghi, con l'87% di voti favorevoli. E nel contempo, propone di lavorare sin da subito per irrobustire l’alleanza con PD, M5S, le forze della Sinistra, dell’ambientalismo e del civismo, a partire già dalle prossime elezioni amministrative. Ringrazio i compagni e le compagne per il dibattito appassionato, in questo passaggio stretto. E rivolgo un invito a tutti e tutte: la fase che si apre è complicata e abbiamo bisogno di tutte le vostre energie e di tutto il vostro entusiasmo", ha aggiunto Fratoianni in un post.