Coalizione Centrodestra
44%
56 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26%
5 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.6%
5 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.7%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
60375 sezioni su 60399
Ultimo aggiornamento: 2 minuti fa
Coalizione Centrodestra
43.8%
121 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26.1%
12 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.4%
10 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.8%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
61396 sezioni su 61417
Ultimo aggiornamento: 11 minuti fa
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia
25 Settembre 2022
19:30

Elezioni 25 settembre, quando arrivano affluenza, exit poll e risultati

Oggi, 25 settembre, si vota alle elezioni 2022 per Camera e Senato. Ecco quando si saprà l’affluenza, quando usciranno gli exit poll e quando conosceremo i risultati definitivi.
A cura di Luca Pons
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia

Le elezioni di oggi, 25 settembre, chiamano gli elettori a votare per i componenti di Camera e Senato. I seggi saranno aperti dalle 7 alle 23, e per ricevere la scheda elettorale bisognerà presentare ai seggi un documento d'identità – carta d'identità, patente, passaporto… – e la propria tessera elettorale valida. Nel corso della giornata arriveranno i dati sull'affluenza alle elezioni, poi si avranno le prime stime sui risultati – chiamate exit poll – e infine si conoscerà il risultato definitivo, la composizione del nuovo Parlamento.

Quando arriva il dato definitivo sull'affluenza alle urne

L'affluenza è la percentuale di persone che si reca a votare sul totale degli aventi diritto, cioè dei cittadini italiani maggiorenni che hanno il diritto di voto. Il dato ufficiale sull'affluenza viene comunicato dal Ministero dell'Interno per tre volte durante la giornata delle elezioni: la prima volta alle 12, la seconda volta alle 19, e l'ultimo dato arriva alle 23, quando chiudono i seggi. Questo è considerato il dato definitivo sull'affluenza elettorale, che poi potrà essere solo leggermente modificato man mano che tutti i seggi confermeranno i loro numeri. Alle 12 il dato dell'affluenza si è attestato al 19,2%, mentre alle 19 hanno votato poco più del 50% degli aventi diritto.

Nelle scorse elezioni nazionali, quelle del 2018, l'affluenza definitiva fu del 72,9%. Circa uno su quattro degli elettori, quindi, non si recò a votare. Questo dato include alcuni milioni di studenti e lavoratori fuorisede che non poterono tornare al proprio Comune di residenza per votare, ma anche molte persone che decisero volontariamente di non votare.

Negli ultimi decenni, l'affluenza alle elezioni nazionali è sempre calata. Il dato era dell'85% nel 2001, poi dell'84,2% nel 2006 e dell'80,6% nel 2008. L'affluenza calò molto nel 2013, scendendo di oltre 5 punti percentuali: il numero definitivo fu il 75,2%. Il trend, quindi, è in calo, come in altri Paesi europei. Secondo alcuni esperti, in queste elezioni l'affluenza potrebbe scendere sotto il 70%.

Quando arrivano gli exit poll delle elezioni 2022

Gli exit poll sono le stime di voto che si possono fare appena chiudono i seggi, alle ore 23 di oggi. Sono effettuati spesso da aziende private per conto delle testate giornalistiche che vogliono avere una stima dei risultati prima che lo spoglio sia concluso, e quindi effettuano dei sondaggi fuori dai seggi durante le elezioni.

I primi exit poll, quindi, arriveranno non appena i seggi saranno chiusi e i giornali potranno parlare dei risultati. Non si può parlare degli exit poll mentre i seggi sono ancora aperti a causa della legge sul silenzio elettorale: diffondere questi dati potrebbe influenzare chi non ha ancora votato.

Gli exit poll spesso hanno un margine di errore di diversi punti percentuali. Possono dare un'idea indicativa (ad esempio, possono affermare che un partito ha preso tra il 20% e il 25% dei voti) ma è difficile che possano dare un numero preciso, poiché si tratta comunque di una stima e non del dato definitivo.

Quando conosceremo i risultati definitivi

I risultati definitivi arriveranno solo quando lo spoglio dei voti sarà concluso. Lo scrutinio, cioè la conta di tutte le schede elettorali e la comunicazione dei risultati, inizia subito dopo la chiusura dei seggi, alle ore 23. Nella prima fase, il presidente di seggio verifica il numero delle schede e così conferma che ci siano esattamente tante schede quante sono le persone che hanno votato. Dopodiché inizia il conto dei voti: si parte da quelli per il Senato, e si prosegue con quelli per la Camera.

L'orario limite per concludere lo spoglio saranno le ore 14 di domani, lunedì 26 settembre. Entro quell'ora, tutti i seggi dovranno comunicare all'Ufficio centrale della propria circoscrizione i propri risultati, e dopo ulteriori operazioni questo dato dovrà essere trasmesso all'Ufficio centrale nazionale. Al più tardi, quindi i risultati definitivi delle elezioni di Camera e Senato dovrebbero arrivare alle ore 14 di lunedì 26 settembre.

Nelle scorse elezioni, a marzo 2018, per sapere i risultati ufficiali di tutte le sezioni servì qualche ora in più. Per tutta la notte, comunque, arriveranno aggiornamenti sullo spoglio e proiezioni, sempre più precise, sui possibili risultati finali. È probabile che già nella mattina di lunedì si potrà avere un'idea piuttosto chiara della nuova composizione di Camera e Senato.

Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni