22 Ottobre 2021
16:55

Draghi: “Pandemia? In Italia meglio che in altri Paesi, abbiamo vaccinato di più e tenuto cautele”

“Noi abbiamo vaccinato di più di altri Paesi Ue e a dispetto dell’Inghilterra abbiamo mantenuto delle cautele, come la mascherina e il distanziamento”: lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, al termine del Consiglio europeo, affermando che per questo motivo la situazione epidemiologica risulta al momento migliore in Italia che in altri Paesi europei.
A cura di Annalisa Girardi

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, è intervenuto in conferenza stampa al termine del Consiglio europeo per fare il punto sui temi discussi oggi. Il vertice si è concentrato sul tema delle migrazioni, al centro delle discussioni oggi: "Sono molto soddisfatto di come si sia conclusa la discussione. La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen ha riaperto la discussione sulla revisione del patto di accoglienza e asilo". Sulla richiesta di alcuni Paesi di finanziare con fondi europei muri ai confini esterni dell'Ue, Draghi ha chiarito: "Non è vero che c'è un'apertura dell'Ue su questo. La commissione non è d'accordo e al Consiglio europeo in tanti non sono d'accordo, compresi noi". Tornando poi sulla riapertura della discussione sul patto di asilo, Draghi ha sottolineato: "Il problema che l'Italia ha vissuto per molti anni da sola, perché siamo stati lasciati soli, ora è un problema di tutti.  Tutti sono stati d'accordo su una cosa che abbiamo detto per tanto tempo, cioè che sui rimpatri e sulle riammissioni l'Unione europea deve agire unita".

"Campagna di vaccinazione deve continuare ad andare bene"

Sull'andamento della pandemia di Covid Draghi ha detto: "I contagi sono in salita, molto di più in altri Paesi. Finora in Italia sono maggiori di pochi giorni fa, dobbiamo capire se sono maggiori per il numero molto più elevato di tamponi o è frutto di una diffusione" del virus. Per poi sottolineare che ad ogni modo ciò che conta è che "la campagna di vaccinazione continui ad andare bene. Noi abbiamo vaccinato di più di altri Paesi Ue e a dispetto dell'Inghilterra abbiamo mantenuto delle cautele, come la mascherina e il distanziamento". Sulla terza dose ha precisato: "Sarà necessaria, per certe categorie specialmente, si procederà per ordine di vulnerabilità e in quel senso sarà fatta".

Cosa sta succedendo tra Bruxelles e Varsavia

Si è parlato anche di quanto sta succedendo con la Polonia: "È stato anche toccato il tema di diritto nei confronti della Polonia, anche se non era all'ordine del giorno. C'è stata una discussione approfondita con punti di vista diversi, ma nessun cambiamento in quella che è la procedura della Commissione. L'essenza della discussione è che non ci sono alternative: le leggi sono chiare. È stata messa in discussione la legge primaria, il Trattato. Quando è messa in discussione la base dell'Unione è chiaro che la Commissione debba andare avanti. Chiaramente siamo disponibili a continuare il dialogo politico con la Polonia".

Cosa ha detto Draghi sul costo dell'energia

In conferenza stampa Draghi ha anche parlato di quello che sta succedendo nel mercato dell'energia, affermando che "c'è bisogno di misure più strutturali e di lungo periodo". Il caro dei prezzi "mostra la necessità di avere una strategia che punta all'autonomia strategica dell'Unione ed è su questo che la Commissione comincerà a lavorare". Da parte sua Draghi ha sottolineato che l'Italia ha chiesto di "intervenire immediatamente a livello Ue". E ancora: "Sullo stoccaggio noi siamo stati molto espliciti: c'è la necessità di cominciare a preparare da subito l'ipotesi di uno stoccaggio integrato per quanto riguarda le scorte strategiche, e di cominciare a fare una specie di inventario delle riserve che sono disponibili oggi nei vari Paesi". Infine, Draghi ha concluso: "È difficile rinunciare immediatamente al gas, ma il punto di arrivo non possono che essere le rinnovabili. Se i prezzi del gas salgono, si pone un problema anche di finanziare questo percorso. Che però è punto di arrivo".

Stop ai brevetti per i vaccini, l'appello a Draghi: "Omicron frutto di azioni dei Paesi ricchi"
Stop ai brevetti per i vaccini, l'appello a Draghi: "Omicron frutto di azioni dei Paesi ricchi"
Quante sono le persone che non si sono ancora vaccinate in Italia?
Quante sono le persone che non si sono ancora vaccinate in Italia?
La manovre al centro per il Quirinale, Forza Italia: "Se Draghi sale al Colle si vota"
La manovre al centro per il Quirinale, Forza Italia: "Se Draghi sale al Colle si vota"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni