698 CONDIVISIONI
Coalizione Centrodestra
44%
56 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26%
5 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.6%
5 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.7%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
60394 sezioni su 60399
Ultimo aggiornamento: 14 minuti fa
Coalizione Centrodestra
43.8%
121 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26.1%
12 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.4%
10 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.8%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
61412 sezioni su 61417
Ultimo aggiornamento: 6 minuti fa
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia
31 Agosto 2022
12:57

Dove potrebbero essere costruite le centrali nucleari che vogliono Calenda, Salvini e Berlusconi

Verdi e Sinistra hanno pubblicato una lista di Comuni italiani dove il centrodestra e Azione – che hanno nel loro programma il ritorno al nucleare – potrebbero far costruire le nuove centrali.
A cura di Tommaso Coluzzi
698 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia

Nel programma di Azione per le prossime elezioni, ma anche in quello del centrodestra di Fratelli d'Italia, Lega e Forza Italia, c'è il ritorno al nucleare come politica energetica. Il tema di cui non si parla, però, è dove sarebbero realizzate le nuove centrali che – nei prossimi anni – potrebbero sorgere nel nostro Paese. A tracciare una mappa è stata l'alleanza tra Europa Verde e Sinistra Italiana, che fa parte della coalizione di centrosinistra guidata dal Pd e – soprattutto – che si oppone strenuamente a un ritorno all'energia nucleare.

Bonelli e Fratoianni hanno diffuso un comunicato in cui viene riportato uno studio della Aarhus University in Danimarca, che valuta il nucleare come "un vero disastro in quanto a costi che lievitano e a ritardi". Poi vengono citate una serie di centrali europee, dalla Francia all'Inghilterra, le cui realizzazioni sono in ritardo e soprattutto i cui costi sono aumentati esponenzialmente negli anni. "Il costo a consuntivo per il programma nucleare di Calenda di 40 Gw va da un minimo di 275 miliardi di euro  a 400 miliardi. Chi pagherà? – chiedono Verdi e Sinistra – in Francia il nucleare è totalmente a carico dello Stato".

Poi provano a tracciare una mappa dell'Italia che sarà in caso di costruzione delle centrali nucleari. Anche perché nessuno – come dicevamo – al momento ha detto esattamente dove verrebbero realizzate: "Vi presentiamo una mappa dove Calenda, Berlusconi, Salvini e Meloni con molta probabilità realizzeranno le loro centrali nucleari", scrivono Verdi e Sinistra nel comunicato.

Nella mappa ci sono diversi comuni italiani. Ecco la lista completa, da Nord a Sud:

  • Monfalcone (Gorizia)
  • Trino Vercellese (Vercelli)
  • Caorso (Piacenza)
  • Chioggia (Venezia)
  • San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno)
  • Scarlino (Grosseto)
  • Montalto di Castro (Viterbo)
  • Termoli (Campobasso)
  • Borgo Sabotino (Latina)
  • Garigliano (Caserta-Latina)
  • Brindisi
  • Scanzano Jonico (Matera)
  • Oristano
  • Palma di Montechiaro (Agrigento)

La ricostruzione dell'alleanza Verdi-Sinistra, si conclude con un'ulteriore domanda: "Calenda e Salvini non dicono agli italiani dove prenderanno i soldi per realizzare le loro centrali nucleari. Chi pagherà la gestione delle scorie nucleari e dove realizzeranno le centrali, nonché il deposito di scorie?". E ancora: "Per noi di Europa Verde e Alleanza Verdi e Sinistra non esiste nessun sito compatibile nel nostro Paese a causa della densità della popolazione, della sismicità e della siccità che interessa il nostro Paese – concludono – Lavoreremo per proporre soluzioni più sicure, economiche e rapidamente realizzabili contro quella folle idea di riportare il nucleare in Italia, energia costosa e pericolosa che è stata bocciata con due referendum".

698 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni