20 Ottobre 2015
19:50

Chi ha un castello o una villa pagherà la tassa sulla prima casa. Lo dice Renzi

Passo indietro del premier Matteo Renzi sul taglio delle tasse sulle prime case di lusso. Le categorie catastali A1, A8 e A9 non saranno esentati dal provvedimento previsto in legge di stabilità. Il premier: “Per la prima volta nella storia d’Italia le tasse vanno giù in modo sistematico, per tutti”.
A cura di Biagio Chiariello

Chi possiede una casa signorile, una villa, un castello o un palazzo di importanza storica continuerà a pagare la tassa sulla prima casa. A dirlo è il premier Matteo Renzi su Facebook, attraverso un lungo post nel quale riporta alcune precisazione dopo le polemiche sulla legge di Stabilità che hanno caratterizzato la giornata. "A chi dice – vi si legge -: ma la manovra sulla casa l'aveva fatta anche Silvio Berlusconi, dico che è vero. Perché negare la realtà? La norma è la stessa di allora, con due sole differenze: 1) noi non cambieremo idea come ha fatto lui nel 2011 che votò per rimettere l'Ici cambiandole soltanto il nome in Imu; 2) noi non faremo pagare il conto ai Comuni della differenza. I sindaci possono essere molto felici di questa legge di stabilità: è pensata per loro e per i cittadini normali. Quelli che tirano avanti la carretta ogni giorno. La norma è la stessa anche sulla questione dei castelli che dunque  –  a differenza di quanto si dice con tono scandalizzato  –  pagheranno (come per abolizione Ici del 2008). Ironia della sorte: i castelli furono parzialmente esentati dai governi successivi, anche di centrosinistra, perché considerate residenze storiche, ma le categorie catastali A1, A8, A9 (vale a dire case signorili, ville e castelli, ndr) avranno lo stesso trattamento della misura del 2008".  Le categorie A1, A8 e A9 sono, rispettivamente, quelle in cui ricadono le abitazioni “di tipo signorile”, cioè appunto ville e castelli. Nel 2008 hanno comunque continuato a pagare l’Ici abolita dal governo Berlusconi.

Renzi dice che continuerà a fare le conferenze finché sarà consentito dalla legge
Renzi dice che continuerà a fare le conferenze finché sarà consentito dalla legge
"Chi non si fa il vaccino va in lockdown": anche Matteo Renzi suggerisce stretta per non immunizzati
"Chi non si fa il vaccino va in lockdown": anche Matteo Renzi suggerisce stretta per non immunizzati
Renzi: "Pd è il partito dei bla bla bla, dice che in 10 sono pronti a lasciare Italia viva, è falso"
Renzi: "Pd è il partito dei bla bla bla, dice che in 10 sono pronti a lasciare Italia viva, è falso"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni