Dopo aver incontrato il presidente del Consiglio incaricato Mario Draghi, i gruppi Italia Viva della Camera e Italia Viva-PSI del Senato, rappresentati da Maria Elena Boschi, Teresa Bellanova e Davide Faraone, hanno rilasciato alcune dichiarazioni, nell'ambito del secondo giro di consultazioni. I temi del colloquio, così come i precedenti della mattinata, sono stati i punti principali del programma di governo che il professore intende portare avanti. Il leader di Iv, dopo le consultazioni, non si è presentato davanti ai cronisti nella sala della Regina lasciando rispondere le colleghe e il senatore Faraone.

Dopo aver ribadito il sostegno a Draghi l'ex ministra Bellanova ha detto: "Incontro positivo, il presidente ci ha illustrato il programma, che noi condividiamo. Avrà un impianto europeista, atlantista e ambientalista. C'è grande attenzione da parte nostra su questi tre punti. Far ripartire i cantieri e riattivare posti di lavoro. Bisogna sostenere fortemente il turismo e le imprese non con finanziamenti a pioggia, ma con incentivi agli investimenti. Da parte nostra c'è totale sostegno. Il presidente chiede di rafforzare il piano vaccinale, con un'attenzione al mondo della scuola. Draghi gode della nostra totale fiducia, e noi speriamo che si possa finire al più presto questo lavoro, andare in Parlamento e ottenere la fiducia, come già chiesto dal Capo dello Stato".

Sulle tempistiche non ci sono certezze: "Conosciamo il calendario, domani ci sarà l'incontro con le parti sociali, non sappiamo quando scioglierà la riserva". Sulla presenza o meno di ministri tecnici: "Lo abbiamo detto, noi lo sosterremo comunque, sia se sarà solo di tecnici sia se sarà di tecnici e politici, a prescindere dal grado di coinvolgimento degli uni e degli altri"

A proposito del Collegio uninominale di Siena in cui potrebbe candidarsi il premier uscente Conte Boschi ha detto: "Prematuro parlare adesso delle suppletive, per Italia viva la priorità è dare agli italiani un governo che funzioni. Il destino personale di Giuseppe Conte in questo momento non ci interessa".

"In maggioranza con Salvini? Noi rispondiamo a un appello importante fatto da Mattarella – ha detto Bellanova – che tiene conto della condizione in cui ci troviamo. Se Draghi indica nel programma tre cardini principali, europeismo, atlantismo e sostenibilità ambientale noi ci siamo. Partire dalle soluzioni e non dalle persone, un approccio che dovrebbero seguire tutti".