"Il governo accompagnerà il ritorno a scuola degli studenti garantendo la massima sicurezza. Stiamo lavorando con il Comitato tecnico-scientifico e il documento è alle limature finali e sarà reso noto nelle prossime ore". Lo ha ribadito la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina, nel corso del question time al Senato, in vista dell'approvazione del decreto Scuola. La ministra ha spiegato anche che Il Comitato di esperti da lei nominato "sta lavorando e anche questo secondo documento sarà a breve presentato".

"La riapertura delle scuole e la ripresa dell'attività didattica a settembre – ha detto ancora – sono una esigenza per gli studenti e le studentesse, le loro famiglie ed è un obiettivo condiviso da tutto il governo". 

"Il ministero ha bandito 4 procedure concorsuali per oltre 61 mila posti. Il personale delle scuole paritarie potrà partecipare alla procedura straordinaria con la possibilità  di poter prendere anche parte al concorso ordinario. Sono stati poi incrementati di 16 mila unità i posti disponibili, quindi le procedure sono per l'assunzione complessiva di 80 mila docenti. Con un emendamento approvato in Commissione Istruzione abbiamo modificato la modalità di svolgimento del concorso straordinario, eliminando i quiz a crocette e sostituendoli con quesiti a risposta aperta", ha detto poi, rispondendo al quesito posto dal senatore Moles. La ministra ha ricordato poi che sono state avviate iniziative per il supporto psicologico on line degli studenti, con anche una equipe di psicologi dell'età evolutiva per garantire a distanza il servizio dello sportello d'ascolto.

Per quanto riguarda invece l'esame della maturità in presenza Azzolina ha risposto anche all'interrogazione della senatrice Corrado (M5s): "Come ho ribadito la salvaguardia dei nostri ragazzi e ragazze è una nostra priorità,  fondamentale e ineludibile. Stiamo lavorando con gli Uffici scolastici regionali e i sindacati, abbiamo siglato protocolli e attivato un help desk per raccogliere quesiti e fornire assistenza e supporto anche amministrativo. Per quanto riguarda le indicazioni operative per l'esame di maturità in presenza, potrà essere chiesta in qualunque momento l'adozione di altre misure dal Cts. 39 milioni di euro sono stati stanziati per fa sì che possano svolgersi gli esami di Stato in presenza in sicurezza, provvedendo alla sanificazione dei locali e all'acquisto di tutti i dispositivi di sicurezza".