Coronavirus
29 Aprile 2021
18:13

Arriva proroga per carte d’identità e patenti in scadenza: rinvio al 30 settembre 2021

Il decreto approvato oggi dal Consiglio dei ministri prevede la proroga per i termini di scadenza dei documenti d’identità e di riconoscimento: si tratta di un rinvio della scadenza, con i nuovi termini fissati al 30 settembre. Novità anche per la prova teorica degli esami per conseguire la patente di guida.
A cura di Stefano Rizzuti
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Arriva una proroga per le carte d’identità e le patenti in scadenza: saranno valide fino al 30 settembre 2021. La proroga dei termini di validità dei documenti di riconoscimento e d’identità viene stabilita dal decreto legge proroghe che fa slittare il termine finora previsto al 30 aprile. Stando alla bozza del decreto i termini saranno quindi prorogati al 30 settembre 2021. Si tratta di un nuovo rinvio che segue quelli precedentemente fissati a causa dell’emergenza Coronavirus. Il decreto Proroghe contiene anche nuove regole per lo smart working nella pubblica amministrazione, con la cancellazione della soglia minima del 50% ma con la proroga del regime emergenziale del lavoro agile fino a fine anno.

La proroga dei documenti d’identità e di riconoscimento

La bozza del decreto Proroghe, approvato in Consiglio dei ministri, prevede una proroga dei termini per i documenti di riconoscimento e di identità. Si tratta, quindi, non solo delle carte d’identità ma anche delle patenti. Il precedente termine, fissato sempre a causa dell’emergenza Covid per agevolare i cittadini che in periodo di pandemia possono così rinviare la richiesta del rinnovo di questi documenti, era fissato al 30 aprile 2021. Con la proroga, sempre stando alla bozza, il nuovo termine è quello del 30 settembre 2021, quindi cinque mesi in avanti.

Il rinnovo delle patenti e l’esame di teoria

Oltre alla proroga dei termini per il rinnovo delle patenti al 30 settembre, il decreto prevede anche una novità per la prova di esame teorica. Chi si è iscritto nel 2020 ha tempo fino al 31 dicembre 2021 per effettuare la prova teorica, mentre chi si è iscritto nel 2021 o lo farà entro la data di cessazione dello stato di emergenza, attualmente fissato a fine luglio, avrà tempo un anno per l’esame. Nella bozza del decreto si fa riferimento alla precedente normativa sul tema, nella quale si parla della situazione emergenziale determinata dal Covid e si sottolinea che per le domande per il conseguimento della patente di guida presentate nel corso del 2020 la scadenza per la prova teorica era fissata a un anno dalla data di presentazione della domanda. Con la modifica prevista dal decreto approvato oggi, il termine non è più entro un anno ma entro il 31 dicembre 2021. Mentre per le domande per la patente presentate dal primo gennaio 2021 e fino alla fine dello stato di emergenza si prevede la possibilità di effettuare l’esame teorico entro un anno dalla data della domanda.

27075 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni