Almeno dieci persone sono morte e oltre trenta sono rimaste ferite. È il bilancio ancora provvisorio di un incendio scoppiato intorno all’una di lunedì notte in un immobile di Parigi, in Francia. Lo spaventoso incendio è scoppiato in un edificio di otto piani degli anni ’70 che si trova in un quartiere residenziale della città, nell'elegante 16mo arrondissement. Tra le persone ferite, sembra non in maniera grave, ci sono anche due pompieri intervenuti per i soccorsi. Diversi edifici vicini a quello andato in fiamme sono stati evacuati per precauzione. L'ultimo bilancio delle vittime è stato fornito dal procuratore di Parigi, che ha parlato anche di 36 feriti. Tra le vittime ci sarebbe anche un bambino piccolo. Sul posto è intervenuto il ministro dell'Interno, Christophe Castaner, che ha reso omaggio ai pompieri che hanno "salvato oltre 50 persone in condizioni eccezionali".

Ipotesi incendio doloso: arrestata una donna

"Per il momento l'ipotesi favorita è l'incendio doloso. Una persona è stata arrestata": ha annunciato il procuratore della Repubblica di Parigi, Remy Heitz, mentre i vigili del fuoco hanno finito di domare le fiamme. La persona arrestata è una donna che abitava nel palazzo andato in fiamme e che era stata fermata ai piedi dell'edificio questa notte. Secondo quanto riferiscono fonti citate dalla tv BFM, la donna fermata è stata descritta come una psicopatica. Le Parisien aggiunge che mentre l'incendio era in corso la donna, che avrebbe quarantuno anni, stava tentando di dare fuoco anche a un'auto parcheggiata lì vicino. Era ubriaca e avrebbe spiegato il gesto parlando di una lite con un vicino. Essia B. – questo il nome della donna – a quanto emerso era stata dimessa da una settimana dalla clinica psichiatrica di Sainte-Anne, a Parigi. Avrebbe trascorso 5 anni in unità di cura psichiatriche.

I vigili del fuoco: "Scena di una violenza incredibile" – I vigili del fuoco, citati dal quotidiano francese Le Monde, hanno parlato di una “scena di una violenza incredibile” e hanno sottolineato – parlando con i giornalisti questa mattina all’alba – che il bilancio potrebbe aggravarsi perché l'incendio "è ancora in corso tra il settimo e l'ottavo piano". Diverse persone, per salvarsi dalle fiamme, si sono rifugiate sul tetto dello stabile, altre hanno chiesto aiuto affacciandosi alle finestre. “Abbiamo dovuto effettuare molti salvataggi, tra cui alcune persone che si erano rifugiate sui tetti”, le parole del capitano Clément Cognon, portavoce dei vigili del fuoco. La stessa fonte ha spiegato che circa trenta persone sono state evacuate dalle scale. Al lavoro alla ricerca di eventuali altre vittime ci sono oltre duecento pompieri e membri delle squadre di soccorso. I funzionari del municipio del 16esimo arrondissement si sono recati sul posto per trovare dei ripari di fortuna alle persone evacuate, mentre numerose strade di questo quartiere di Parigi sono state chiuse al traffico dalle autorità.